Associazioni | 18 giugno 2021

Apindustria, Della Bella: «Transizione Green nuovo paradigma per le aziende»

La ripartenza delle piccole e medie imprese nel 2021 guarda verso un’economia sempre più sostenibile e circolare.

Apindustria, Della Bella: «Transizione Green nuovo paradigma per le aziende»

Tra i candidati al Premio Verona Network 2021 anche Apindustria Confimi Verona, l’associazione che rappresenta le piccole-medie imprese, prevalentemente manifatturiere, del territorio veronese, offrendo loro assistenza, aiuto e sostegno. 

In questo particolare momento storico, che parte nel 2020 con l’inizio della pandemia, Apindustria si è focalizzata nel dare assistenza e servizi agli associati per fronteggiare l’emergenza sanitaria all’interno delle aziende.   

«Abbiamo seguito i nostri associati nella fase di applicazione dei protocolli, abbiamo offerto la formazione necessaria agli imprenditori ma anche ai loro collaboratori e poi, ovviamente, ci siamo concentrati su assistenza e impegno finanziario - racconta il presidente Della Bella -, per permettere agli imprenditori di accedere ai diversi strumenti messi a disposizione dai decreti ministeriali, con assistenza specifica per l’interlocuzione col sistema bancario, in modo da trovare le formule più adatte alla specificità del momento». 

Un nuovo paradigma per la ripartenza 

Nel 2021, con la riduzione dell’impatto del Coronavirus, si è subito manifestata negli imprenditori la volontà di riprendere il normale corso delle attività. «Per questo - spiega Delle Bella - ora il focus si è spostato sul nuovo paradigma per le aziende, ovvero la transizione verso il Green e verso un’economia sempre più sostenibile e circolare. Stiamo cercando di far capire ai nostri imprenditori l’importanza di investire in questa direzione, li stiamo affiancando per quanto riguarda il finanziamento di questa transizione e stiamo cercando anche di far capire quanto sia importante in questo momento adeguare la struttura manageriale delle aziende, con un’adeguata formazione specifica per gli imprenditori e i collaboratori, ma anche con aiuti nella valutazione e nell’inserimento in azienda di figure manageriali ad hoc». 

Mai come ora, in Italia, si è percepita l’importanza delle piccole medie imprese manifatturiere che, nello specifico, costituiscono l’ossatura del nostro territorio e della nostra provincia. «Le aziende - conclude Della Bella - oggi hanno bisogno di essere aiutate a leggere tutte le nuove dinamiche. Essere coloro che riescono a rappresentarli è fonte di stimolo nel fare sempre meglio». 

 

Camilla Faccini