Enti | 17 giugno 2021

WineSpectator seleziona 23 vini veneti per il decennale di OperaWine

Amarone e Prosecco guidano la squadra dei 23 vini selezionati da WineSpectator per il decennale di OperaWine, l’evento di Vinitaly che sabato 19 giugno farà da apripista al ritorno di buyer e operatori nel nostro Paese.

WineSpectator seleziona 23 vini veneti per il decennale di OperaWine

Tra i 186 produttori portabandiera del vino italiano nel mondo secondo la rivista americana di settore più influente sui mercati internazionali, il Veneto, con 23 cantine, sale sul podio della classifica regionale dietro solo alla Toscana (47) e seguita dal Piemonte (20), le tre regioni che insieme esprimono oltre il 68% dell’export tricolore.

 

Un’edizione antologica e straordinaria che andrà in scena alle Gallerie Mercatali di Verona, l’infrastruttura storico-industriale di fronte al quartiere fieristico, che per la ricorrenza amplia la squadra dei top 100 d’Italia con gli ‘all timer’, ossia i produttori scelti una o più volte nei dieci anni di OperaWine.


Vino, promozione e business in presenza: sono le parole chiave di Veronafiere che segnano la ripartenza degli eventi targati Vinitaly. A OperaWine, i produttori si troveranno face to face con oltre 300 tra operatori e buyer nazionali ed esteri provenienti da 13 nazioni. Si tratta della prima importante campagna di incoming realizzata da Veronafiere e Ice Agenzia dopo il blocco forzato degli ultimi 15 mesi.

 

Riservato a operatori e stampa (su invito, dalle 14.00 alle 19.00), il grand tasting dell’Italia enoica si svolgerà con un format conforme a tutti gli standard di sicurezza previsti sia dalla normativa vigente che dal protocollo di Veronafiere.

 


Il layout espositivo prevede un percorso predefinito tra le regioni viticole rappresentate in ordine alfabetico e per tipologia di vini: si parte con le bollicine, per passare ai bianchi, poi ai rossi e infine ai passiti. 

Completano le misure adottate a garanzia della sicurezza di espositori e visitatori, quelle relative alla gestione degli ingressi scaglionati in due turni, con titolo di accesso digitale e preventiva misurazione della temperatura, in base a un contingente massimo consentito sull’area di 7mila mq. Inoltre, ogni accreditato avrà a disposizione un kit personale di degustazione (calice e spittoon); nell’area anche unità e presidi sanitari per tutta la durata dell’evento.


Domenica 20 giugno e sempre alle Gallerie mercatali, OperaWine passerà il testimone a Vinitaly Preview, l’ulteriore evento che vedrà quasi 70 cantine, 5 consorzi (Consorzio di tutela Lambrusco doc, Consorzio tutela vino Lessini Durello doc, Consorzio di tutela del Prosecco doc, Consorzio di tutela vini del Trentino, Consorzio di tutela vini doc Sicilia) e l’associazione Famiglie Storiche impegnati in un due sessioni di walkaround tasting (10.30-14.30 e 14.30-18.00) e incontri con la domanda nazionale ed estera presente a Verona.

Le cantine venete selezionate da Wine Spectator per Vinitaly OperaWine 2021 (in ordine alfabetico)

 

  • Allegrini (Corvina Veronese La Poja 2011);
  • Anselmi (Veneto White Capitel Croce 2018);
  • Bellenda (Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore S.C. 1931 Pas Dosè 2010);
  • Bertani (Amarone della Valpolicella Classico 2000);
  • Bisol1542 (Dry Valdobbiadene Superiore di Cartizze 2020);
  • Bortolotti (Extra Brut Valdobbiadene Prosecco Montagnole Rive di S. Stefano 2019);
  • Carpenè Malvolti (1924 Prosecco Superiore D.O.C.G);
  • Gerardo Cesari (Amarone della Valpolicella Classico Il Bosco 2011);
  • Gini (Soave Classico La Froscà 2015);
  • Le Colture (Dry Valdobbiadene Prosecco Superiore di Cartizze NV);
  • Leonildo Pieropan (Soave Classico La Rocca 2011);
  • Maculan (Breganze Torcolato 2013);
  • Masi (Amarone della Valpolicella Classico Serègo Alighieri Vaio Armaron 2008);
  • Mionetto (Dry Valdobbiadene Superiore di Cartizze NV);
  • Nino Franco (Dry Valdobbiadene Prosecco Superiore Primo Franco 2017);
  • Prà Graziano (Soave Classico Colle Sant'Antonio 2016);
  • Suavia (Soave Classico Monte Carbonare 2009);
  • Tedeschi (Amarone della Valpolicella Classico Capitel Monte Olmi Riserva 2011);
  • Tommasi (Amarone della Valpolicella Classico De Buris Riserva 2009);
  • Tommaso Bussola (Amarone della Valpolicella Classico Vigneto Alto TB 2000);
  • Villa Sandi (Valdobbiadene Superiore di Cartizze La Rivetta 2020);
  • Zenato (Amarone della Valpolicella Classico Sergio Zenato Riserva 2009);
  • Zýmē (Veneto Kairos 2012)