Lifestyle | 14 giugno 2021

La Galleria d’Arte Moderna ricorda Dante Alighieri

La Galleria d’Arte Moderna - GAM, Verona ricorda Dante con una mostra diffusa eccezionale: il visitatore potrà ammirare dipinti, miniature, stampe e sculture, relativi alla vita e alla presenza del Florentinusnatione, ospite degli Scaligeri.

La Galleria d’Arte Moderna ricorda Dante Alighieri

Verona non potrà mai dimenticare l’Alighieri, che con la sua presenza a Verona, fra il 1304 ed il 1320, l’ha onorata, quale ospite degli Scaligeri (1262-1387). Non solo: a Verona, il Divin Poeta ha dedicato allo scaligero, Cangrande I della Scala (1291-1329), signore della città, la cantica del Paradiso.

Nel 700° anniversario della morte del Poeta, Verona gli ha già dedicato diversi eventi e, questa volta, amplia il ventaglio degli stessi, con una straordinaria mostra ad hoc, in sei sezioni, dal titolo “Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona”, che fu, per il Sommo Poeta, “lo primo tuo refugio e ‘l primo ostello”, offertigli da Bartolomeo della Scala (1277-1304).

La mostra, creata per volontà dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona e dai Musei civici veronesi, porta il visitatore, amante della storia e dei tempi, a conoscere ventuno luoghi veronesi – piazze, palazzi, chiese, monumenti di città e del territorio, direttamente legati alla presenza dell’Esiliato, nonché di suoi figli ed eredi. Ha permesso la realizzazione dell’esposizione di pezzi d’arte di grande prestigio, ma non sempre noti, una ricca produzione artistica – realizzata, fra Trecento ed Ottocento – dovuta, appunto allo stretto legame, che, poi, ancora oggi, esiste, fra la città scaligera e Dante. Il visitatore potrà ammirare oltre cento opere, fra dipinti, sculture, opere su carta, tessuti e testimonianze materiali dell’epoca scaligera, codici manoscritti, incunaboli e volumi a stampa, in originale ed in formato digitale, alcuni dei quali, provenienti dall’estero.

Fra questi, tre disegni di Botticelli, quali prestigioso prestito del Kupferstichkabinett, Gabinetto delle Stampe, Berlino. In particolare, il lavoro ‘Dante e Beatrice. Paradiso II’, è stato scelto come immagine coordinata della mostra, diffusa, che sviluppa graficamente il tema dell’itinerario dantesco, nel Paradiso,idealizzandoil cammino del Poeta, guidato da Beatrice, lungo le strade di Verona…Hanno presentato il nuovo evento il sindaco di Verona, Federico Sboarina, l’assessore alla Cultura, Francesca Briani, e Francesca Rossi, direttrice dei Musei Civici veronesi. La mostra rimarrà aperta sino al 3 ottobre 2021.

 

 

Pierantonio Braggio