Lifestyle - 08 giugno 2021, 15:58

Cantina di Soave: buoni vini e solidarietà

Nell’ambito dell’iniziativa “La dolcezza, che aiuta”, un Fiat Doblò è stato donato al Centro Servizi San Lorenzo di Soave (FEVOSS) per il trasporto di persone anziane e disabili.

Cantina di Soave: buoni vini e solidarietà

Il 4 giugno, è stato consegnato al Centro servizi San Lorenzo di Soave (FEVOSS), un Fiat Doblò, attrezzato, per il trasporto di persone fragili. Cantina di Soave è stato main sponsor di tale iniziativa, promossa dal Comune di Soave, nell’ambito dei “Progetti del Cuore”.

La storica Cantina soavese ha contribuito, nel quadro dell’iniziativa solidale “La dolcezza che aiuta”, che ha visto protagonista il Recioto di Soave Classico DOCG, il vino dolce per eccellenza del territorio, in cui la Cantina opera. Infatti, una parte del ricavato della vendita di ogni bottiglia di Recioto, creata, in edizione limitata, per il 120° anniversario della Cantina, è stata destinata all’acquisto del mezzo, dotato di pedana, per il trasporto di anziani e disabili.

«Cooperare fa parte del nostro DNA – ha affermato il presidente di Cantina di Soave Roberto Soriolo. - Siamo una grande famiglia di viticoltori, uniti dall’amore, per questo territorio, a cui, da sempre, siamo legati a doppio filo. È naturale, per noi, prendercene cura, anche attraverso azioni di solidarietà, come questa».

«Vedere decine di realtà imprenditoriali di Soave, sostenere un progetto con finalità sociali in piena pandemia, mi rende particolarmente orgoglioso – ha evidenziato il sindaco di Soave, Gaetano Tebaldi – e conferma l'attenzione della nostra gente, nei confronti di chi versa nel bisogno. Un sentito grazie a tutte le aziende, che hanno collaborato, in modo particolare a Cantina di Soave, all'Associazione Le ragioni del cuore e al Centro servizi San Lorenzo. Mai, come in questa occasione, l'unione ha fatto la forza».

«Una sinergia tra Comune, aziende private e Associazioni di volontariato, a favore delle persone più fragili – ha aggiunto Angelo Dalli Cani, consigliere comunale, con delega alle Politiche sociali – che ha portato a questo risultato di grande valore, per la nostra comunità». Importante potere constatare che l’economia volge l’attenzione a temi di alta solidarietà, con un’azione, che, se porta aiuto e facilita i bisognosi, è, pure, in tal modo, di grande conforto. L’economia serve e deve servire anche a questo.

 

Pierantonio Braggio

SU