Esprime cultura | 18 maggio 2021

Novità, per la “storia” veronese, per i veronesi e per i turisti…

Uscita una dettagliata, illustratissima piantina, cartacea, dal titolo: ”La Verona dei Della Scala”.

Novità, per la “storia” veronese, per i veronesi e per i turisti…

                         

               Non è che non fossero già in circolazione piantine-guida, sulla Verona del periodo scaligero (1262-1387), ma, intento degli autori della mappa “La Verona dei Della Scala”, Antonio Monteverdi – disegni, e Italo Martinelli – testi, è stata di proporre, con tale mappa, a veronesi, e a visitatori di Verona, una storia  dettagliatamente descritta ed illustrata, su una Verona. prettamente scaligera e, comunque, medievale.

Caratteristiche della nuova pubblicazione: – è interattiva, perché “accompagna lungo le vie, le piazze, le chiese, le tombe, le mura, le contrade ed i luoghi, che hanno reso immortale Verona e ne hanno fatto – seppure, nella  leggenda letteraria – la città imperitura di Romeo e Giulietta; – è interattiva, perché, attraverso il semplice sistema QR Code, aggiorna, anche quando non sta passeggiando, per le vie di Verona, garantendo continui approfondimenti, attraverso video, podcast, foto, interviste, spiegazione di curiosità, anneddoti, ricette e suggerimenti, per il soggiorno e molto altro ancora, legati ai temi storici e architettonici, di cui Verona è ricchissima; – è social, poiché attraverso le pagine Facebook e Instagram, permette di rimanere in contatto, con molte altre persone, che, hanno vissuto la stessa, indimenticabile esperienza di viaggio, scambiando foto, impressioni, storie, suggerimenti, scorci… La straordinaria mappa, in carta tipo pergamena e, come menzionato, illustratissima, prende in considerazione 53 punti veronesi da visitare, dei quali 28 chiese; 17, fra mura e porte; 18, fra palazzi, piazze ed altri luoghi, e 4 ponti…, offrendo al Lettore una visione storica, completa della Verona medievale-scaligera. Non vogliamo esagerare negli apprezzamenti, ma non possiamo non rilevare il fatto che “La Verona dei Della Scala” – Edizioni Zerotre – fa riconsiderare, l’aspetto della città scaligera, che, in qualche modo, possediamo, facendoci apprendere, anche, attraverso raffigurazioni particolareggiate, ogni dettaglio sulla Verona del 1200/1300, creando esatta completezza delle nostre conoscenze in merito.

Pierantonio Braggio