Consulenze e iniziative | 06 maggio 2021

Rapporti commerciali tra ITALIAE VIETNAM, ultime novità per chi pensa di operare

Italia - Vietnam: la normativa, nel Paese asiatico, per: s.r.l., s.p.a., partnership, filiali, cooperazione commerciale, uffici di rappresentanza e partenariato pubblico e privato. Gli scambi commerciali, nel primo trimestre 2021.

Rapporti commerciali tra ITALIAE VIETNAM, ultime novità per chi pensa di operare




Nel quadro delle relazioni economiche, fra Vietnam ed Italia, l’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata del Vietnam a Roma ed il Consolato del Vietnam, a Torino, pubblicano, in collaborazione con la Camera di Commercio Italia-Vietnam, un notiziario molto dettagliato, che chiarisce, dal punto di vista giuridico, le numerose opportunità commerciali – e relative condizioni – che possono tornare utili, per ulteriori o futuri rapporti costruttivi, fra aziende dei due Paesi. Fra le diverse informazioni, che il numero 9 della newsletter, 4/2021, propone, riportiamo, di seguito – senza intervenire nel testo, per non creare errori – anche le norme, che regolano l’insediamento di uffici o di aziende, nella Repubblica vietnamita. Un'entità straniera può stabilire la propria presenza in Vietnam, come società a responsabilità limitata, con uno o più membri; come società per azioni o come partnership, può operare, con una filiale, con un ufficio di rappresentanza o con un contratto di cooperazione commerciale. Gli investitori stranieri possono anche acquistare una partecipazione, in un'impresa vietnamita, che, in alcuni casi, può essere soggetta a limitazioni di proprietà, che variano, a seconda del settore industriale. La scelta della modalità di investimento dipenderà, da differenti fattori, come il numero di investitori, il settore, le dimensioni del progetto e l'eventuale intenzione di quotare la società. La società a responsabilità limitata è un tipo di società di capitali, dotata di personalità giuridica, costituita dai suoi "membri" (cioè proprietari), attraverso conferimenti di capitale alla società stessa. Il contributo in conto capitale di ciascun membro è trattato come capitale proprio (capitale sociale). I membri di una società a responsabilità limitata sono responsabili degli obblighi finanziari della società limitatamente, ai loro contributi, in conto capitale. La struttura di una società a responsabilità limitata, normalmente, sarebbe composta dal "consiglio dei membri", dal presidente del consiglio d’amministrazione, dal direttore (generale) e da un controllore (o consiglio di vigilanza, se la società a responsabilità limitata ha più di 11 membri).Una società a responsabilità limitata, costituita da investitori stranieri, può assumere una delle seguenti forme: - impresa al 100% di proprietà straniera (in cui tutti i membri sono investitori stranieri), - impresa di joint-venture, a partecipazione estera, tra investitori stranieri e almeno un investitore nazionale vietnamita. La società per azioni è società di capitali, dotata di personalità giuridica a responsabilità limitata, costituita, tramite la sottoscrizione di azioni della società. Secondo la legge vietnamita, questa è l'unica tipologia di società, che può emettere azioni. Il capitale sociale è suddiviso in azioni e ciascun socio fondatore detiene azioni corrispondenti all'importo del capitale, che l'azionista ha apportato alla società. È necessario che una società per azioni abbia almeno tre azionisti, mentre non vi è alcun limite al numero massimo di azionisti. La governance di una società per azioni comprende l'assemblea generale degli azionisti, il consiglio di amministrazione, il presidente del consiglio di amministrazione, il direttore generale e il consiglio di vigilanza (non obbligatorio se la società per azioni ha meno di 11 azionisti, o se un azionista aziendale detiene meno del 50% delle azioni della società per azioni). Una società per azioni può essere di completa proprietà estera o può assumere la forma di una joint venture, tra investitori stranieri e nazionali. La partnership è una forma di investimento molto rara e può essere stabilita, tra due singoli soci accomandatari. Il socio accomandatario ha responsabilità illimitata, per le operazioni della partnership. La filiale, che non è una forma comune di investimento diretto estero, è consentita solamente a pochi settori (ad esempio, a banche e a studi legali stranieri). Una filiale non è un'entità legale indipendente. Le filiali di società estere sono diverse, dagli uffici di rappresentanza, in quanto una filiale è autorizzata a svolgere attività commerciali in Vietnam. Il contratto di cooperazione commerciale è un accordo di cooperazione, tra investitori stranieri e almeno un partner vietnamita, al fine di svolgere specifiche attività commerciali.Questa forma di investimento non prevede la creazione di una nuova entità giuridica. In un contratto di cooperazione commerciale, gli investitori condividono generalmente i ricavi e/o i prodotti derivati e hanno responsabilità illimitata, per i debiti del contratto di cooperazione commerciale. Ufficio di rappresentanza: le società straniere, con rapporti d'affari o progetti di investimento in Vietnam, possono richiedere l'apertura di uffici di rappresentanza, nel Paese. Un ufficio di rappresentanza non può svolgere attività commerciali o generatrici di reddito (ad es. esecuzione di contratti, percezione di entrate, vendita e acquisto di beni o prestazione di servizi). Un ufficio di rappresentanza può svolgere solo le seguenti attività: - agire come un ufficio di riferimento, - condurre ricerche di mercato, - Promuovere opportunità di business e di investimento della propria sede. Questa è una forma comune di presenza legale, registrata in Vietnam, in particolare, per coloro che si trovano, nella prima fase di una strategia, per entrare nel mercato. Il contratto di partenariato pubblico e privato è una forma di investimento, basata su un contratto, tra le autorità governative e  società, per progetti infrastrutturali e servizi pubblici. I contratti di partenariato pubblico e privato includono contratti di Costruzione-gestione-trasferimento, Costruzione-trasferimento, Costruzione-trasferimento-gestione, Costruzione-proprietà-gestione, Costruzione-trasferimento-affitto, Costruzione-affitto-trasferimento e Operazione-gestione. Sia gli investitori pubblici, sia quelli privati sono incoraggiati a partecipare ai contratti di partenariato pubblico e privato. I diritti e gli obblighi dell'investitore straniero sono regolati dai contratti partenariato pubblico e privato, firmati, e dalle normative applicabili, che disciplinano tali contratti.Rapporto, sulle relazioni commerciali, tra Vietnam e Italia, nei primi 3 mesi del 2021. Secondo le statistiche del Dipartimento generale delle Dogane del Vietnam, nei primi 3 mesi del 2021, il valore dell’import e dell’export, tra il Vietnam e l’Italia, ha raggiunto 1,4 miliardi di dollari, in aumento del 21,4%, rispetto allo stesso periodo del 2020. Il valore delle esportazioni, dal Vietnam all’Italia, ha raggiunto i 956,89 milioni di dollari, in aumento del 26%, rispetto allo stesso periodo, nell’anno precedente- Allo stesso tempo, il valore delle importazioni, dall’Italia, ha raggiunto i 444,8 milioni di dollari, pari ad un 12,4% rispetto allo stesso periodo, nell’anno precedente. I principali prodotti esportati dal Vietnam sono: macchinari, telefoni e componenti per telefoni, prodotti siderurgici, caffè, prodotti tessili e prodotti ittici. I principali prodotti, importati dall’Italia, sono macchinari meccanici, plastica e prodotti in plastica, prodotti farmaceutici, mobili, prodotti tessili, bevande, vino e aceto. Per ricevere la newsletter o ulteriori informazioni, in merito a rapporti commerciali con il Vietnam contattare il sito segreteria@camcom-italiavietnam.it della Camera di Commercio Italia-Vietnam, Torino.
Pierantonio Braggio



                                                                            Nel quadro delle relazioni economiche, fra Vietnam ed Italia, l’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata del Vietnam a Roma ed il Consolato del Vietnam, a Torino, pubblicano, in collaborazione con la Camera di Commercio Italia-Vietnam, un notiziario molto dettagliato, che chiarisce, dal punto di vista giuridico, le numerose opportunità commerciali – e relative condizioni – che possono tornare utili, per ulteriori o futuri rapporti costruttivi, fra aziende dei due Paesi. Fra le diverse informazioni, che il numero 9 della newsletter, 4/2021, propone, riportiamo, di seguito – senza intervenire nel testo, per non creare errori – anche le norme, che regolano l’insediamento di uffici o di aziende, nella Repubblica vietnamita. Un'entità straniera può stabilire la propria presenza in Vietnam, come società a responsabilità limitata, con uno o più membri; come società per azioni o come partnership, può operare, con una filiale, con un ufficio di rappresentanza o con un contratto di cooperazione commerciale. Gli investitori stranieri possono anche acquistare una partecipazione, in un'impresa vietnamita, che, in alcuni casi, può essere soggetta a limitazioni di proprietà, che variano, a seconda del settore industriale. La scelta della modalità di investimento dipenderà, da differenti fattori, come il numero di investitori, il settore, le dimensioni del progetto e l'eventuale intenzione di quotare la società. La società a responsabilità limitata è un tipo di società di capitali, dotata di personalità giuridica, costituita dai suoi "membri" (cioè proprietari), attraverso conferimenti di capitale alla società stessa. Il contributo in conto capitale di ciascun membro è trattato come capitale proprio (capitale sociale). I membri di una società a responsabilità limitata sono responsabili degli obblighi finanziari della società limitatamente, ai loro contributi, in conto capitale. La struttura di una società a responsabilità limitata, normalmente, sarebbe composta dal "consiglio dei membri", dal presidente del consiglio d’amministrazione, dal direttore (generale) e da un controllore (o consiglio di vigilanza, se la società a responsabilità limitata ha più di 11 membri).Una società a responsabilità limitata, costituita da investitori stranieri, può assumere una delle seguenti forme: - impresa al 100% di proprietà straniera (in cui tutti i membri sono investitori stranieri), - impresa di joint-venture, a partecipazione estera, tra investitori stranieri e almeno un investitore nazionale vietnamita. La società per azioni è società di capitali, dotata di personalità giuridica a responsabilità limitata, costituita, tramite la sottoscrizione di azioni della società. Secondo la legge vietnamita, questa è l'unica tipologia di società, che può emettere azioni. Il capitale sociale è suddiviso in azioni e ciascun socio fondatore detiene azioni corrispondenti all'importo del capitale, che l'azionista ha apportato alla società. È necessario che una società per azioni abbia almeno tre azionisti, mentre non vi è alcun limite al numero massimo di azionisti. La governance di una società per azioni comprende l'assemblea generale degli azionisti, il consiglio di amministrazione, il presidente del consiglio di amministrazione, il direttore generale e il consiglio di vigilanza (non obbligatorio se la società per azioni ha meno di 11 azionisti, o se un azionista aziendale detiene meno del 50% delle azioni della società per azioni). Una società per azioni può essere di completa proprietà estera o può assumere la forma di una joint venture, tra investitori stranieri e nazionali. La partnership è una forma di investimento molto rara e può essere stabilita, tra due singoli soci accomandatari. Il socio accomandatario ha responsabilità illimitata, per le operazioni della partnership. La filiale, che non è una forma comune di investimento diretto estero, è consentita solamente a pochi settori (ad esempio, a banche e a studi legali stranieri). Una filiale non è un'entità legale indipendente. Le filiali di società estere sono diverse, dagli uffici di rappresentanza, in quanto una filiale è autorizzata a svolgere attività commerciali in Vietnam. Il contratto di cooperazione commerciale è un accordo di cooperazione, tra investitori stranieri e almeno un partner vietnamita, al fine di svolgere specifiche attività commerciali.Questa forma di investimento non prevede la creazione di una nuova entità giuridica. In un contratto di cooperazione commerciale, gli investitori condividono generalmente i ricavi e/o i prodotti derivati e hanno responsabilità illimitata, per i debiti del contratto di cooperazione commerciale. Ufficio di rappresentanza: le società straniere, con rapporti d'affari o progetti di investimento in Vietnam, possono richiedere l'apertura di uffici di rappresentanza, nel Paese. Un ufficio di rappresentanza non può svolgere attività commerciali o generatrici di reddito (ad es. esecuzione di contratti, percezione di entrate, vendita e acquisto di beni o prestazione di servizi). Un ufficio di rappresentanza può svolgere solo le seguenti attività: - agire come un ufficio di riferimento, - condurre ricerche di mercato, - Promuovere opportunità di business e di investimento della propria sede. Questa è una forma comune di presenza legale, registrata in Vietnam, in particolare, per coloro che si trovano, nella prima fase di una strategia, per entrare nel mercato. Il contratto di partenariato pubblico e privato è una forma di investimento, basata su un contratto, tra le autorità governative e  società, per progetti infrastrutturali e servizi pubblici. I contratti di partenariato pubblico e privato includono contratti di Costruzione-gestione-trasferimento, Costruzione-trasferimento, Costruzione-trasferimento-gestione, Costruzione-proprietà-gestione, Costruzione-trasferimento-affitto, Costruzione-affitto-trasferimento e Operazione-gestione. Sia gli investitori pubblici, sia quelli privati sono incoraggiati a partecipare ai contratti di partenariato pubblico e privato. I diritti e gli obblighi dell'investitore straniero sono regolati dai contratti partenariato pubblico e privato, firmati, e dalle normative applicabili, che disciplinano tali contratti.Rapporto, sulle relazioni commerciali, tra Vietnam e Italia, nei primi 3 mesi del 2021. Secondo le statistiche del Dipartimento generale delle Dogane del Vietnam, nei primi 3 mesi del 2021, il valore dell’import e dell’export, tra il Vietnam e l’Italia, ha raggiunto 1,4 miliardi di dollari, in aumento del 21,4%, rispetto allo stesso periodo del 2020. Il valore delle esportazioni, dal Vietnam all’Italia, ha raggiunto i 956,89 milioni di dollari, in aumento del 26%, rispetto allo stesso periodo, nell’anno precedente- Allo stesso tempo, il valore delle importazioni, dall’Italia, ha raggiunto i 444,8 milioni di dollari, pari ad un 12,4% rispetto allo stesso periodo, nell’anno precedente. I principali prodotti esportati dal Vietnam sono: macchinari, telefoni e componenti per telefoni, prodotti siderurgici, caffè, prodotti tessili e prodotti ittici. I principali prodotti, importati dall’Italia, sono macchinari meccanici, plastica e prodotti in plastica, prodotti farmaceutici, mobili, prodotti tessili, bevande, vino e aceto. Per ricevere la newsletter o ulteriori informazioni, in merito a rapporti commerciali con il Vietnam contattare il sito segreteria@camcom-italiavietnam.it della Camera di Commercio Italia-Vietnam, Torino.
Pierantonio Braggio