Attualità regionale | 02 maggio 2021

IL vice presidente della regione e assessore ELISA DE BERTI interviene sulle olimpiadi 2026

L’assessore regionale veneto, Elisa de Berti, in tema di “Milano-Cortina 2026”: “Il viceministro alle Infrastrutture, Morelli, una garanzia, per assicurare tempi certi e brevi alle smart road olimpiche”.

IL vice presidente della regione e assessore ELISA DE BERTI  interviene sulle olimpiadi 2026

 

“Con la nomina del viceministro alle Infrastrutture, Alessandro Morelli. si entra nel vivo del grande progetto sportivo, che porta il nome di “Milano-Cortina 2026”. Una nomina attesa, da tempo, e che saprà sicuramente dare concreta attuazione alle numerose opere necessarie, per consacrare il Veneto, come terra olimpica, con Cortina, che ritorna ad avere un ruolo da protagonista nelle competizioni sportive invernali, dopo i successi del 1932, con i Campionati mondiali di sci alpino, e del 1956, con la VII edizione dei Giochi Olimpici Invernali. Un Veneto, che dimostrerà, ancora una volta, la sua capacità di fare sistema, nel cogliere le opportunità di sviluppo”. Così l’assessore regionale alle Infrastrutture e vicepresidente regionale, Elisa De Berti, saluta le deleghe, affidate oggi al viceministro Morelli, e che riguardano, nello specifico, il Codice della Strada, gli interventi stradali, il coordinamento dei commissari di Anas, le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026, le infrastrutture idriche e l’edilizia scolastica. “Per il Veneto, è un’ottima notizia, perché ci consente di entrare nel vivo del progetto olimpico, che, fra cinque anni, darà il via a qualcosa di eccezionale e di rivoluzionario, per tutta l’area alpina della nostra Regione – commenta la vicepresidente De Berti -. Con il Viceministro, affronteremo il tema delle smart road, per individuare soluzioni viabilistiche, che riducano definitivamente il traffico all’interno dei centri urbani delle Dolomiti e offrire, così, strade più sicure e veloci, soprattutto, nei giorni di maggior afflusso. Penso, soprattutto, allo sviluppo della Variante di Longarone e di Cortina: due interventi prioritari, in vista delle Olimpiadi, perché daranno risposte concrete alle esigenze dei residenti e a quelle del turismo, in previsione dell’apertura di nuovi impianti di risalita. Uno sviluppo sostenibile, che condivideremo assieme al viceministro Morelli, per dare un futuro alle montagne più belle del mondo” – conclude De Berti ”. Considerazioni di massima importanza: che Giochi Olimpici e comprensione, da parte del viceministro Morelli, uniti all’entusiasmo e alla buona volontà della vicepresidente de Berti, possano veramente diventare/essere base reale di partenza, per ridare ulteriore vita alla “montagna” veneta, anche attraverso infrastrutture stradali attualizzate e moderne!

Pierantonio Braggio