Consulenze e iniziative | 19 aprile 2021

Successo della Campagna di Educazione Finanziaria, a livello veneto-regionale.

21.000 persone coinvolte e 320 eventi. Segnalazione di Regione Veneto del 2 aprile 2021.

Successo della Campagna di Educazione Finanziaria, a livello veneto-regionale.

“L’educazione finanziaria, oggi, più che mai, è un elemento di forza, per i giovani, che si affacciano ad un mondo del lavoro, completamente trasformato, dalla pandemia. Il successo dell’iniziativa di formazione finanziaria, nelle scuole, che ho fortemente voluto e sostenuto, dimostra che, offrendo strumenti, adeguati ad affrontare la quotidianità, possiamo aprire grandi prospettive ai nostri giovani”. Così l’Assessore regionale all’Istruzione e alLavoro, Elena Donazzan, sui primi dati relativi alla Campagna regionale “Il Futuro Conta”, promossa da Regione del Veneto, in collaborazione con l'Ufficio Scolastico regionale e con Fondazione per l'Educazione Finanziaria e al Risparmio - FeduF, che, fino ad oggi, ha coinvolto complessivamente 6643 interessati e 355 docenti, in Veneto. Avvalora il commento positivo dell’Assessore, la notizia, che, alla finale italiana dell’European Money Quiz, competizione di educazione finanziaria, promossa dalla Federazione Bancaria Europea, in oltre 35 Paesi, hanno partecipato oltre 300 studenti, da tutta Italia. Ancora, Elena Donazzan: “Sul podio, ci sono ben tre studenti dell’ITC Calvi di Padova, scuola, che, già, ha aderito alla campagna regionale “Il Futuro Conta”, nella linea di intervento, dedicata agli studenti del Veneto:  Alberto De Luca, Alessandro Longobardi e Sophia Barbato, ai quali va uno speciale plauso.Essi rappresenteranno l’Italia nella competizione europea del prossimo 20 aprile, sfidando i coetanei degli altri Paesi. Ed è un orgoglio, per noi, poterli sostenere in questa competizione, che ci inorgoglisce molto”. Undici eventi moltiplicatori hanno coinvolto 4.576 studenti e 289 docenti, mentre le lezioni e i workshops, nelle scuole primarie sono stati 16  – 8 lezioni e 8 laboratori – con la partecipazione di 179 bambini. 20 sono state le lezioni e i workshops, che hanno visto partecipare gli studenti delle scuole secondarie di I grado del Veneto. Alle 10 lezioni e ai 10 laboratori, sono stati presenti 209 ragazzi. Nelle scuole secondarie di II grado, numerosi sono stati gli incontri on line: 36 incontri, con 881 studenti, dedicati ad Economia e Sostenibilità, 15 incontri, con 440 studenti per Pay 2.0, 8 incontri, con 201 studenti, dedicati all’Orientamento, 3 incontri su “Che impresa ragazzi!”, con 108 studenti, e 2 incontri con 49 studenti, sullo Sperimentale. A iscrizioni riaperte, risultano iscritte ulteriori 21 scuole, anche di formazione professionale, con 54 classi, che si aggiungeranno alle precedenti iscrizioni. Per gli iscritti sono previsti eventi moltiplicatori, ad aprile e maggio. La Campagna regionale di educazione finanziaria, prevede incontri, dedicati anche a cittadini e imprese, in collaborazione con Università del Veneto, con eventi dedicati a prevenire situazioni problematiche, per la realizzazione di progetti di vita in condizioni di stabilità economica, finanziaria e patrimoniale, a riconoscere la qualità della consulenza e delle informazioni fornite, e a valutare criticamente le offerte di prodotti, in funzione di protezione, investimento, pensione, indebitamento. Sinora, sono stati coinvolti, in complesso, ben 21.000 interessanti, che hanno partecipato ad oltre 320 eventi.Educazione Finanziaria: un tema, sinora, troppo trascurato, ma, che va conosciuto, in tutti i suoi aspetti, anche qualora non si sia, direttamente e personalmente, ad esso interessati. Bisogna conoscerlo a fondo, per attivamente e coscientemente capire, in modo completo, quanto succede attorno a noi e per non correre il rischio di sentirsi isolati, nel mezzo di una società, in continua evoluzione e che basa buona parte del proprio essere, voglia o non voglia e, talvolta, anche sbagliando, appunto sulla finanza.Un mondo, comunque, che va seguito attentamente, perché direttamente o indirettamente, e, talvolta, forzatamente, coinvolge. Molto positivo, quindi, farsi una cultura in materia.

Pierantonio Braggio