ECONOMIA VERONESE e VENETA | venerdì 07 maggio 2021 14:52

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 16 aprile 2021, 13:50

Soddisfazione di primavera, a Verona…Riapre uno storico Hotel

Il 22 aprile 2021, riapre il “Due Torri Hotel”, il 5 stelle della città scaligera.

Soddisfazione di primavera, a Verona…Riapre uno storico Hotel

S’aggravava, a Verona, la malinconia, creata dal Corona, quando, passando da Piazza Santa Anastasia, i battenti dell’Hotel Due Torri si mostravano chiusi. In tempi migliori, l’entrata aperta all’Hotel, costituiva, per noi e per molti, di passaggio, una vera compagnia…, tanto più che siamo stati presenti, nel 1956, all’inaugurazione dell’allora ristrutturato edificio, che ospitò, fra gli altri, Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832) e la stessa Maria Callas (1923-1977)…, personaggi, ai quali, oggi, sono dedicate eccezionali suites. Non manca una suite a misura di regnante, che, concepita, con impronta estetica unica, su 100 metri quadrati, è la più grande dell’Hotel, ed è denominata Presidential Suite Sant’Anastasia: fu realizzata per dare ospitalità, a suo tempo, a Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, sceicco del Dubai… La bella notizia, per cui, dal prossimo 22 aprile, il Due Torri riprenderà la sua attività, crea soddisfazione e serenità. Simbolo dell’ospitalità scaligera, nel centro di Verona, esso riproporrà i brindisi, sulla sua ampia terrazza, con vista sulla città, le cene sotto le stelle…, nonché pernottamenti, in eleganti camere e suites, peraltro già note, nel globo… Da notare che l’Hotel dispone, oltre al suo meraviglioso interno, d’una straordinaria terrazza con ristorante: trecento metri quadrati, dai quali si gode l’eccezionale visione, a 360°, d’una romantica Verona..., terrazza, che permette di consumre, all’aria aperta, sotto lo stellato, un lunch, un aperitivo o una cena, curati dallo chef, Sergio Speca. Soddisfa l’occhio un panorama, da tutte le direzioni, offrendo aspetti eccezionali diversi: il rosso dei tetti del centro storico, la Torre dei Lamberti, la basilica di Santa Anastasia, vista, appunto, dall’alto, il Duomo, il Castel San Pietro, le anse dell’Adige e le colline, che, in lontananza, fanno da corona alla città, creando un piacevole, verde complesso, senza soluzione di continuità. E non è tutto, perché il Due Torri garantisce, oltre a piena sicurezza, anche salute certa, in quanto, in esso,ogni ambiente è sanificato, con nebulizzazione al perossido di idrogeno. Non ci resta che augurare, al Due Torri, una felice riapertura e una feconda continuità, contribuendo esso, con la sua presenza, oltre al positivo procedere economico di Verona, anche all’ulteriore diffusione, nel mondo, del nome della città dell’Adige e dell’Arena.

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore