SPORT | venerdì 07 maggio 2021 14:34

SPORT | 11 aprile 2021, 17:31

La Vicenza Bionde ad un russo. Ma il veronese Carpene è stato in testa a lungo

riportiamo sotto la cronaca della gara così come giunta dai colleghi addetti stampa della gara. Ci premeva sottolineare che, il veronese Samuele Carpene di Selva di Progno, insieme ai primi due del podio ha condotto una gara all'attacco e solo alla fine forse sfiduciato per la troppa generosità, lui passista scalatore, non è riuscito a tenere ilritmo dei primi. Complimenti al vincitore ma anche a lui come del resto ha riconosciuto il russo

Gleb Syritsa (Russia) vince , Andrea Pietrobon secondo,  nella foto piccola un  momento della fuga all'inizio  come dal nostro filmato

Gleb Syritsa (Russia) vince , Andrea Pietrobon secondo, nella foto piccola un momento della fuga all'inizio come dal nostro filmato

- L'albo d'oro della Vicenza-Bionde si è arricchito quest'oggi di un nuovo capitolo: la 77^ edizione della regina delle classiche in linea riservate agli Under 23, allestita con la consueta passione e professionalità dagli uomini della Us Bionde del presidente Filippo Scipioni, ha incoronato per la seconda volta il russo Gleb Syritsa autore, come già accaduto nel 2019, di una lunga cavalcata vincente.

LA CRONACA - In 207 hanno preso il via dallo splendido borgo medievale di Soave: a fare la differenza in una giornata caratterizzata da pioggia, vento e temperature invernali è stata un'azione di quattro atleti che hanno preso il largo dopo una ventina di chilometri.

Il russo Gleb Syritsa (Russia), il bellunese Andrea Pietrobon (Cycling Team Friuli), il veronese Samuele Carpene (General Store) e il bolognese Edoardo Ferri (Petroli Firenze) hanno pedalato di comune accordo giungendo a Bionde di Salizzole con 3'30" di vantaggio sul resto del gruppo. Sembrava la solita azione destinata a spegnersi nel corso degli otto giri conclusivi e, invece, ad una trentina di chilometri dal traguardo propro il nazionale russo e Andrea Pietrobon hanno rilanciato l'azione resistendo sino all'ultimo al ritorno del gruppo.

Il finale a due ha sorriso nuovamente a Gleb Syritsa che non ha avuto problemi a regolare allo sprint il compagno d'avventura. Medaglia d'argento per il generosissimo Andrea Pietrobon mentre a completare il podio è stato il padovano Davide Boscaro (Colpack Ballan).

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore