Politica & solidarietà | 04 aprile 2021

Pasqua A CASA , Verona deserta ! Auguriamoci che queste disposizioni finiscano presto.

E' una foto simbolica della città turistica di Verona e della sua Piazza centrale detta "delle Erbe" completamente vuota al mattino della domenica di Pasqua quando invece di solito pullulava di gente. La piazza è bella ma il vuoto che esprime è preoccupante.

Scorcio di Piazza delle Erbe  di Verona dai social

Scorcio di Piazza delle Erbe di Verona dai social

Lo sappiamo   la pandemia c'è pure e per grazia  abbiamo il vaccino. Di questi tempi bisogna stare attenti  per noi ed i nostri cari. Stare distanziati e lavarsi  spesso le mani  con alcool denaturato o altre sostanze antivirali. E poi mascherine, quando indicato,  e contatti  fisici solo tra stretti  familiari meglio se conviventi. Poi confidiamo nelle cure che per un  po' sono state dimenticate dai media, ma non dai sanitari , per fortuna. E la vita normale ed il turismo ritornerà. Gli italiani sapranno convincere anche i vertici politici del nostro Stato. Infatti questa perorazione è per i cittadini,  che però dovrebbero  valutare quando vanno a votare per certi partiti o persone   che supportano  le azioni del responsabile della sanità che a settembre pubblicava un libro su   come si batte il   covid 19 che dovrebbe invece andarsene con  molti altri tecnici politicamente schierati. E' forse finito il tempo di mani pulite, ora però abbiamo mani incompetenti o mani asservite! E' la pletora di  figure che girano attorno al potere pur di emergere  e che per ciò fanno i patti col diavolo. Ricordo i vari premi nobel  dell'economia, e migliaia di professori universitari, che nel 2007 dicevano che l'economia  mondiale stava bene; pochissimi  dicevano  il contrario! Forse   anche in questo a caso possiamo parlare di  immunità di gregge, quando in tanti fanno lo stesso errore ,  allora  va quasi  tutto  bene. Ricordatevi del detto italiaco  :"Mal comune mezzo gaudio". Invece cari concittadini prima cosa bisogna  istruirsi e poi stare in campana quando si va a votare,  perchè un voto sbagliato può costare migliaia di morti e  milioni di poveri e disoccupati,  fatti   che rischiano di portare alla rottura del patto sociale o a guerre.

Errori  in politica, come nella vita se ne fanno tanti, e non occorre scandalizzarsi per certi titoli ad effetto nei media, ma meditare, eppure fatta la dovuta tara agli scandali politici certe persone dovrebbero  predicare da casa, suggerire  e proporre, ma non gestire il Paese. E dopo due mandati, anche se convincente si cambia. Altri imparano ed i primi consigliano.In poco temnpo la società capisce  cosa vuol dire fare politica e quanto sia difficile speci  quando si  vuole tradire la democrazia popolare. Infatti, quando  le scelte vanno a discapito della volontà popolare, espressa  dal voto, ed a vantaggio di una parte esigua, magari privilegiata, ancora peggio,  il sitema si regge solo  su clientelismi e debiti . Le persone prima di andare a governare dovrebbero avere una coscienza  ed imparare un  po' il mestiere, perchè  se la Costituzione dice che la nostra è una democrazia rappresentativa, non dice che i rappresentanti  devono essere incompetenti. Buona Pasqua