ATTUALITA' REGIONALE | mercoledì 21 aprile 2021 01:24

ATTUALITA' REGIONALE | 04 aprile 2021, 13:33

La “Viola mammola” o “Viola odorata” è alla base di un genuino, agricolo liquore della collina scaligera.

L’iniziativa è dovuta all’agrichef, Fiorella Dan Negro, dell’Agriturismo “alle Torricelle”

La “Viola mammola” o “Viola odorata” è alla base di un genuino, agricolo liquore della collina scaligera.

Fiorella Dal Negro: "La natura, con i suoi colori e con i suoi profumi, riesce a sempre sorprendere. La campagna offre tutto, basta sapere osservarla, nei suoi dettagli e, quindi, rispettarla. La fresca primavera, con i suoi fiori, mi ha ispirato! Con la mia famiglia, ho raccolto una delle cinquecento specie di viole, la “Viola odorata” o “Viola mammola”, dal meraviglioso colore turchino-violetto e dal profumo delicatissimo, che adornano, spontaneamente e meravigliosamente, la terra, guarda caso, nel periodo pasquale. Basandomi sul mio motto “impegno, in cucina... e prato nel piatto” e, visto che i prati ci offrivano tappeti di viole, ho pensato di tentare di racchiudere il loro profumo, in qualche boccetta di liquore. L’ho preparato, lasciando in infusione nell’alcol, a 95 gradi, alcuni dei citati, delicati fiori. Dopo qualche giorno, ho filtrato il tutto, aggiungendovi uno sciroppo di acqua e zucchero. Un tutto, attentamente dosato, che, quasi per magia, permette di apprezzare l’aroma di violetta mammola, aroma propostoci da Madre Natura…  Talché, devo dire, che se l’attuale pandemia ha fermato l’uomo, Natura, propone all’osservatore i primi fiori e le prime erbe di stagione, che sempre attirano la mia attenzione, onde preparale, anche in cucina, per cui, sarà mio compito, aggiornare i signori Lettori, che hanno avuto la pazienza di seguirmi, in quanto sopra, con qualche altra mia ricetta, sempre pensando al... “prato nel piatto"! Sì, aggiungiamo noi, che modestamente, scriviamo, perché bisognerebbe conoscere più a fondo le molte “erbe”, non coltivate, e, quindi, spontanee, con le loro caratteristiche e straordinariamente adatte, ad essere utilizzate in cucina, così, come avviene, all’agriturismo “alle Torricelle”, circondato da terreni molto fecondi, favoriti, come sono, da un clima quasi mediterraneo e non troppo umido, che permette una vegetazione, tutta profumi e sapori. Vegetazione, che, se saggiamente scelta e bene elaborata, dà, come descritto, anche il liquore di “Viola mammola”.

Pierantonio Braggio

 

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore