ANNUNCI E VARIE | mercoledì 21 aprile 2021 01:42

ANNUNCI E VARIE | 01 aprile 2021, 21:29

Sarà rivisto il tetto della Galleria d’Arte Moderna, ossia, del Palazzo della Ragione, Verona.

I frammenti, caduti in Piazza delle Erbe, non provengono dalla Torre dei Lamberti.

Sarà rivisto il tetto della Galleria d’Arte Moderna, ossia, del Palazzo della Ragione, Verona.

Se, in un primo tempo, si pensava che i frammenti ritrovati, in Piazza delle Erbe, circa dieci giorni orsono, si fossero staccati dalla Torre dei Lamberti, ora, in base a rilievi ad hoc, si è certi che tali frammenti derivano dal tetto del Palazzo della Ragione. A cura del Comune di Verona, quindi, sarà controllata la copertura del Palazzo, con rimozione e sostituzione di coppi rotti e pericolanti, sigillando quelli in buono stato ed effettuando anche ulteriori controlli, sulle guaine sottostanti. In merito, è già avviata la predisposizione del necessario cantiere. Un parapetto, già posizionato lungo tutto il perimetro della copertura, sia su via della Costa, che sul lato Piazza delle Erbe, parapetto che, moderno, non occuperà spazi alla base, garantirà la sicurezza degli operatori e eviterà la possibile caduta di materiali. Si ritiene che l’intervento potrà avere una durata di due mesi, mentre non se conoscono i costi, data l’urgenza della messa in atto dell’operazione. L’assessore ai Lavori Pubblici, Luca Zanotto, in sopralluogo ai lavori: ”Le approfondite verifiche di questi giorni hanno confermato ciò che ci aspettavamo - ha detto l'assessore. La Torre dei Lamberti gode di ottima salute, a differenza del tetto del Palazzo della Ragione, che presenta più punti, in cui è necessario intervenire. Lo facciamo subito, senza aspettare tempo; quelli caduti erano davvero piccoli cocci, ma, l'incolumità dei cittadini è in assoluto la priorità. Abbiamo scelto una tipologia di cantiere, il meno impattante possibile, sulla piazza e sulle attività commerciali. Il parapetto in quota, si vede solo alzando lo sguardo al cielo e, oltretutto, a differenza dei ponteggi è anche più sicuro per i lavoratori che dovranno eseguire l'intervento, in quota. Tempo qualche mese e la Galleria d’Arte Moderna avrà un tetto completamente rinnovato”.

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore