ATTUALITA' REGIONALE | mercoledì 21 aprile 2021 00:52

ATTUALITA' REGIONALE | 23 marzo 2021, 20:57

Alta velocità: la FOIV - Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto: “Si finisca la Verona-Padova e, poi, si passi alla Padova-Bologna”.

“Si termini, con celerità, l’alta velocità, sulla tratta Verona-Padova, e poi si passi a Nordest. alla Padova-Bologna, che, anche se non prioritaria, è certamente importante”.

Alta velocità: la FOIV - Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto: “Si finisca la Verona-Padova e, poi, si passi alla Padova-Bologna”.

 Così, il presidente della FOIV -  Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, Pasqualino Boschetto, che entra, in tal modo, nel dibattito, in corso sull’alta velocità in Veneto.  “L’alta velocità è una grande opportunità di sviluppo del nostro territorio - afferma Boschetto - e la priorità è il collegamento di Verona con Padova: questa tratta, infatti, è di grande importanza per l’Europa, dal momento che fa parte del fondamentale corridoio europeo Lisbona-Kiev, ossia, la linea Torino-Trieste, in territorio italiano”.“Per quanto riguarda il collegamento Padova-Bologna - precisa Boschetto -, si tratta di una linea indubbiamente strategica, non solo per il nostro territorio, ma anche per tutto il Paese: la mancanza di un’infrastruttura congruente, con l’alta velocità, infatti, rallenta i collegamenti tra Nord-Est e Centro-Sud. Migliorare questa tratta sarebbe di grande utilità”. Meglio, certamente andare, per gradi: terminare, rapidamente la tratta Verona-Padova, e dare inizio, quindi, alla Padova-Bologna. Due linee,due infrastrutture, che meritano la stessa attenzione, nell’interesse della positiva evoluzione di un importante servizio, in favore dell’economia e del sociale.

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore