SPORT | mercoledì 21 aprile 2021 00:03

SPORT | 13 marzo 2021, 22:26

Orgoglio e tradizione. IL ciclistico “Riboli Team”, Illasi, Verona, rilancia le proprie ambizioni. Presentato ufficialmente il roster 2021, essendo ospite l’ex campione Damiano Cunego.

Il ciclismo provinciale ancora alla ribalta

Orgoglio e tradizione. IL ciclistico “Riboli Team”, Illasi, Verona, rilancia le proprie ambizioni. Presentato ufficialmente il roster 2021, essendo ospite l’ex campione Damiano Cunego.


La presentazione del roster 2021, nella splendida cornice della Sala Arazzi di Palazzo Barbieri – presente l’assessore allo Sport e al Tempo Libero, Filippo Rando – ha aperto ufficialmente la nuova stagione del Team Autozai Petrucci Contri. L’evento è stato trasmesso in diretta sui canali Instagram e Facebook della squadra. Testimonial d’eccezione ne è stato l’ex campione, Damiano Cunego. “Ritrovarci ancora qui, a distanza di un anno, è motivo di grande orgoglio – così l’assessore allo Sport e al Tempo libero del Comune di Verona, Filippo Rando.- Vorrei ringraziare il presidente, Enrico Mantovanelli, e tutti i suoi collaboratori, per la passione, con cui, quotidianamente, si impegnano a tenere alto il nome della città di Verona, attraverso lo sport. Un ringraziamento particolare anche a Damiano Cunego, campione nello sport, ma anche, nella vita di tutti i giorni: un esempio, per tutte le future generazioni di ciclisti, ma, soprattutto, un grandissimo in bocca al lupo ai ragazzi che saranno chiamati ad onorare questa gloriosa maglia, perché i sacrifici, con cui inseguono un sogno chiamato professionism. possano essere ripagati. Mi auguro che sia un anno ricco di soddisfazioni e di crescita per tutto il Team, per gli atleti, ma, anche, per chi lavora dietro le quinte”. Il presidente Enrico Mantovanelli: “Permettetemi, innanzitutto, di portare il saluto di tutta la dirigenza e, in particolare, del presidente onorario Gianni Tebaldo, che, a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, non ha potuto presenziare a questo importante appuntamento. Prende il via una stagione nuova, che parte, però, da lontano, dalle solide basi, gettate l’anno scorso. Il 2020 è stato molto difficile – continua Mantovanelli – sia sotto l’aspetto tecnico, visto che il calendario è stato praticamente dimezzato, sia sotto l’aspetto economico. La crisi ha colpito tutto il settore, ma, grazie ai nostri sponsors, che sono, prima di tutto, amici, animati da una passione sincera, per questo meraviglioso sport, abbiamo la possibilità di lottare ancora, per obiettivi importanti. La nostra ambizione è quella, naturalmente, di essere una delle migliori società nazionali, a livello giovanile, ma, soprattutto, quella di essere un modello educativo, di essere sempre all’avanguardia, nelle metodologie di allenamento, e di tutelare la salute dei nostri atleti”. “Essere qui, è un’emozione indescrivibile – afferma Maurizio Petrucci, che, per la nuova stagione, ha voluto affiancare il marchio di famiglia a quello degli storici sponsors Autozai e Contri. Questa società – continua Petrucci – mi ha dato la possibilità di realizzare un sogno, che avevo fin da giovane, quello di essere sponsor, in tutte le categorie del ciclismo giovanile. Sono convinto che, nella vita, non si debba mai smettere di sognare: io lo faccio ancora, a 54 anni, con lo stesso entusiasmo di quando iniziai a correre. Mi rivedo molto, nei 12 atleti, che vestiranno questa prestigiosa maglia, e sono orgoglioso di loro, perché stanno facendo qualcosa, per il loro futuro, praticando uno sport sano, che, ne sono convinto, potrà aiutarli a crescere, come persone ancor prima, che come atleti”. Sogni e obiettivi, che l'ex campione Damiano Cunego ha sempre perseguito, con grandissima determinazione. Classe 1981, il “piccolo Principe”, così soprannominato, per il suo animo gentile e puro, è un atleta, che non ha certo bisogno di presentazioni. Per lui, parlano le oltre 50 vittorie, fra professionisti, il titolo di Campione del mondo Juniores, conquistato a Verona, nel 1999, la conquista della maglia rosa, al Giro d’Italia 2004, tre Giri di Lombardia e l’Amstel Gold Race del 2008, solo per citare alcune, delle sue più prestigiose affermazioni. “Ringrazio Enrico, per l’invito. Per me, è un grande onore, essere qui. Tra l’altro, sono molto legato a questa Società, perché, pur non avendovi mai corso, sono stato ad un passo dall’essere tesserato. Una sera, i dirigenti del Team vennero su a Cerro, per chiedermi, se avessi voluto correre, con loro. La mia rinuncia fu dettata, solo ed esclusivamente, dal fatto che non me la sentivo di lasciare la Società, che mi aveva lanciato, la Gore Tex - Bruno Gaiga. Avevo cominciato a correre tardi, e loro erano stati gli unici a credere in me e a darmi una possibilità, così, preferii restare lì, per i due anni di Juniores. Il resto è storia nota. Ma, ho sempre seguito il Riboli Team, gioiendo e felicitandomi, per i successi conquistati. Quindi, non posso che fare a Voi tutti, atleti e staff tecnico, un grandissimo in bocca al lupo, per il prosieguo della stagione”. Il Roster 2021- Autozai Petrucci Contri Cycling Team, presente, al completo, in Sala Arazzi: a) secondo anno: Samuele Disconzi, Emanuele Ferrari, Luca Gregori, Alessandro Pasquotto, Michele Pezzo - b) primo anno: Marco dalla Benetta (dalla SC Mincio-Chiese), Andrea Puliafico (dalla US Azzanese), Francesco Lonardi (dal Cycling Team EKOI-Petrucci), Pietro Biondani (dal Cycling Team EKOI-Petrucci), Davide Ferrari (dal Cycling Team EKOI-Petrucci), Omar dal Cappello (dal Cycling Team EKOI-Petrucci), e Sergio Giaffreda (dal Veloce Club Vo’). Un’entità ciclistica importante, che ha il grande merito, non solo di creare alta preparazione nei giovani, nel grande mondo della bicicletta, ma, anche di infondere loro quei valori, morali e materiali, che sono patrimonio essenziale, per la loro futura vita.

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore