SPORT | mercoledì 21 aprile 2021 01:24

SPORT | 24 febbraio 2021, 21:11

GIRO D’ITALIA 2021. IL 21 MAGGIO A VERONA LA FINALE DELLA ‘TAPPA DANTESCA’

Una tappa speciale dedicata a Dante Alighieri, nei 700 anni dalla morte. La 104ª edizione del Giro d’Italia ha scelto di rende così omaggio al sommo poeta con una frazione speciale che unisce due luoghi simbolici, le città di Ravenna e Verona

GIRO D’ITALIA 2021. IL 21 MAGGIO A VERONA LA FINALE DELLA ‘TAPPA DANTESCA’

Il programma completo della gara ciclistica, fra le più attese a livello mondiale, è stato svelato nel corso della speciale presentazione realizzata questo pomeriggio su Rai2.

 

La finale della ‘Tappa dantesca’ si terrà a Verona il 21 maggio, con l’arrivo dei ciclisti, provenienti dalla Statale 12, allestito in Corso Porta Nuova all’altezza di pizza Pradaval.

 

In fiera sarà posizionata l’area stampa, mentre per i corridori saranno allestiti spazi e servizi al Centro sportivo Consolini in Basso Acquar. Infine, gli ampi spazi della piazza Bra saranno adibiti al grande Open Village del Giro.

 

“L’idea di questa ‘tappa dantesca’ era nata già due anni fa, durante le prime fasi di programmazione degli eventi dedicati ai 700 anni dalla morte del sommo poeta - ha detto il sindaco Federico Sboarina -. Sono felice che, dopo averla proposta al direttore del Giro, nella 104ª edizione sia stata resa possibile. Il Giro è da sempre uno degli eventi sportivi più attesi, a livello nazionale e mondiale. La realizzazione della 13ª tappa a Verona rappresenta uno dei principali appuntamenti che segneranno il rilancio della città nel corso del 2021.

Dal 2008 ad oggi sono cinque le tappe del Giro d’Italia che, prima come assessore e poi come sindaco, sono riuscito a portare nella città scaligera. Quelle del 2008 e 2010, da assessore allo Sport ho organizzato anche quella del 2012, mentre da sindaco ho raggiunto l’obiettivo della finale in Arena nel 2019 e della ‘tappa dantesca’ quest’anno”.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore