ECONOMIA VERONESE e VENETA | lunedì 01 marzo 2021 05:07

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 22 febbraio 2021, 21:45

Veronafiere non dimentica l’agricoltura…

La 115ª Fieragricola, quale evento trasversale per un’Agricoltura sempre più multifunzionale, in programma, dal 26 al 29 gennaio 2022.Cresce l’offerta zootecnica della manifestazione.

Veronafiere non dimentica l’agricoltura…

Innalzare la produttività agricola, migliorare il valore aggiunto delle filiere, rafforzare l’internazionalizzazione e ridurre l’impatto ambientale, attraverso le nuove tecnologie, con un percorso di crescita, che passa anche attraverso la necessaria formazione. Il futuro dell’agricoltura guarda oltre la sostenibilità e la 115ª edizione di Fieragricola, rassegna internazionale di Veronafiere, in programma dal 26 al 29 gennaio 2022, conferma la trasversalità espositiva e l’innovazione come filo conduttore di un evento, che non poteva mancare. Nel corso degli anni il settore agricolo si è progressivamente aggiornato e  strutturato, puntando sulla multifunzione e cercando di razionalizzare la gestione aziendale, per migliorare la competitività, oggi assolutamente essenziale. Il futuro – secondo Fieragricola – impone nuove sfide, come la realizzazione di reti e di nuove forme di cooperazione, la diffusione della digitalizzazione e delle tecnologie, per un’agricoltura sempre più efficiente e smart. Allo stesso tempo, è evidente che i metodi di produzione dovranno essere sempre più responsabili e tenere conto di pratiche rigenerative del suolo, delle risorse idriche ed ambientali, ma anche abbracciando un approccio etico dell’intero ciclo dalla terra alla tavola, in linea con le strategie europee Farm to Fork e Biodiversity, all’interno del progetto Green Deal. «Tali tendenze – spiega il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani – aprono nuove prospettive, legate al ruolo sociale dell’azienda agricola, come centri di aggregazione nelle aree rurali, per non parlare dell’interazione col paesaggio e dello sviluppo, in futuro. di agricolture alternative come quella verticale e urbana, con nuove potenzialità di commercio locale, che si affiancherà agli scambi agroalimentari internazionali». Anche nel 2022, Fieragricola manterrà le aree settoriali espositive, che coinvolgono la meccanica agricola, la zootecnia, le energie rinnovabili, le sementi, gli agrofarmaci, il Salone del Vigneto en del Frutteto, la cura del verde e l’attività forestale, oltre alla sezione dinamica, per l’esposizione delle macchine in movimento. Assecondando le richieste del mondo allevatoriale e degli espositori, Fieragricola svilupperà ulteriormente la zootecnia, confermando l’importanza di Veronafiere, per la promozione dei settori, che fanno riferimento a latte, carne, suini, avicoli, mangimistica, nutrizione, salute e benessere animale. Oltre al ring per le mostre bovine, dedicate alla razza Frisona e Bruna, Fieragricola potenzierà l’offerta legata alle tecnologie della trasformazione e della caseificazione e favorirà il dialogo di filiera. Un evento, la 115ª Fieragricola internazionale, che auguriamo a Veronafiere, e ci auguriamo, possa avere regolarmente luogo, in ritirnata serenità, per continuare la sua lunga catena di manifestazioni, promotrici dell’agricoltura, in tutti i suoi aspetti, essendo questo settore del lavoro umano essenziale per la vita, mentre l’evento, in se stesso, è grande contributo alla più approfondita conoscenza del costante rinnovamento e alla costante modernizzazione del settore, attraverso i diversi ritrovati e quella tecnologia, capaci di creare maggiore valore aggiunto e migliore prodotto. Arrivederci, nei giorni 26 – 29 febbraio 2022!

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore