ATTUALITA' REGIONALE | mercoledì 24 febbraio 2021 18:47

ATTUALITA' REGIONALE | 06 febbraio 2021, 23:00

Regione Veneto: il bando per ristori regionali uscirà, il 10 febbraio 2021

Assessore regionale veneto, Roberto Marcato: “Impegno da 18 mln di euro, per imprese dei settori, messi in ginocchio, dalla seconda ondata Covid”.

Regione Veneto: il bando per ristori regionali uscirà, il 10 febbraio 2021

 

Sarà pubblicato, il 10 febbraio, il bando regionale, che dà il via libera ad un intervento di ristoro, destinato alle imprese venete, più colpite dalle restrizioni,causaCovid-19.

“Questa è la nostra risposta alla richiesta di aiuto dei settori più in difficoltà – commenta Roberto Marcato, assessore allo sviluppo economico, che ha promosso il bando, attraverso una specifica delibera di Giunta.-Mettiamo sul piatto oltre 18 milioni di euro, per aiutare le categorie che sono state messe in ginocchio, dalla seconda ondata del Covid-19 e che rischiano di non risollevarsi”… “Questi sono fatti non parole – precisa ancora Marcato – e diamo aiuti concreti, in particolare, agli operatori di certi settori, che sono in ginocchio, a causa delle chiusure forzate, dai vari provvedimenti di chiusura degli ultimi mesi. Ci sono imprese, che non aprono da un anno e non possiamo permetterci di perderle. La Regione Veneto c’è, sostiene i propri imprenditori e farà il possibile per rilanciare l’economia, anche nei settori, in maggiore sofferenza”.“Ringrazio la Regione e l’assessore Roberto Marcato – aggiunge Mario Pozza, Presidente del Unioncamere Veneto – per la collaborazione ed il lavoro di squadra. svolto in questi mesi, per garantire alle imprese la certezza degli aiuti. Il bando conferma l’importanza del ruolo del sistema camerale, che permette ai provvedimenti di arrivare, in modo rapido, alle imprese. Una sinergia che si è consolidata e rafforzata, nel corso dell’emergenza sanitaria ed economica, causate dal Covid-19, che ha portato alla costruzione di bandi, progetti, tavoli di lavoro, in grado di produrre risultati importanti e far sentire la vicinanza delle istituzioni al mondo delle imprese. Si tratta di un segnale positivo, in un momento difficile, per nostre aziende che hanno bisogno di certezze”.La misura è rivolta ad aziende iscritte al registro delle imprese e aventi una sede operativa attiva, in Veneto, alla data della domanda di ristoro, e operanti, nelle filiere di seguito specificate, in settori individuati da specifici codici Ateco:

- filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie, etc.);

- ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi);

- filiera trasporti persone;

- filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante);

- filiera attività culturali e spettacolo;

- commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria ed esercizi, all’interno di centri o parchi commerciali, la cui attività è stata sospesa, per effetto del DPCM 24 ottobre 2020 e successivi o delle successive ordinanze del Presidente della Giunta regionale del Veneto.  Il bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari a euro 18.365.921,05. L’apertura dei termini per la compilazione e la presentazione della domanda di sostegno sono previste a partire dalle ore 10.00 del giorno 10 febbraio 2021, fino alle ore 17.00 del giorno 3 marzo 2021. Tutte le domande presentate. in possesso dei requisiti, saranno finanziate fino a esaurimento delle risorse disponibili. Le informazioni relative al bando saranno disponibili, nell’home page del sito internet di Regione Veneto e nella pagina dedicata alle attività produttive. al seguente indirizzo: https://www.regione.veneto.it/web/attivita-produttive/bando-ristori. Così, il comuncato ufficiale di Regione Veneto del 5 febbraio 2021. Le misure previste, per le aziende colpite – per la seconda volta – da virus, meritano massima attenzione, perché, se aziende piccole e grandi, vanno sostenute e premiate, per loro normale attività, che significa forte contributo economico alla società, devono essere efficacemente sostenute, onde possano continuare ad essere utili a sé stesse e ai cittadini. L’iniziativa, sopra annunciata di Regione Veneto, va in questo positivo senso.

Pierantonio Braggio

 

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore