FIERE ED EVENTI | mercoledì 24 febbraio 2021 19:21

FIERE ED EVENTI | 01 febbraio 2021, 17:25

Corso di falegnameria per il personale dell’Esercito.

L’assessore regionale Donazzan: “Modello di solida e fattiva collaborazione, tra Regione e Forze Armate”.

Corso di falegnameria per il personale dell’Esercito.

Presso la sede ENAIP di Padova, è stato aperto il corso di formazione in “falegnameria”, volto al personale dell’Esercito Italiano, di stanza nel territorio regionale. Erano presenti l’assessore regionale Elena Donazzan, il colonnello Mattia Zuzzi, comandante del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza (TV), e per, ENAIPVeneto, l’amministratore delegato Giorgio Sbrissa. Il corso, della durata di 200 ore, sarà seguito da 15 militari ed è frutto dell’intesa, siglata a Verona, nel mese di giugno 2020, tra il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto e la Regione del Veneto, nel quadro dell’attivazione di percorsi formativi professionalizzanti, per giovani appartenenti alla Forza armata, da impiegare in azioni umanitarie, sia in ambito nazionale, che internazionale. Altri insegnamenti prevedono la formazione di figure professionali di ‘elettricista ed installatore di impianti elettrici in impianti civili’, ‘muratore in pietra e mattoni’, ‘installatore di impianti termici nelle costruzioni civili’, ‘carpentiere e montatore di carpenteria metallica’ e ‘idraulico’ nelle costruzioni civili. “Questo corso, che segue a quello per fabbri, che tra ottobre e dicembre, ha consentito a 12 militari di conseguire 4 brevetti per saldatura ciascuno, fornirà ai 15 partecipanti importanti nozioni di natura teorica e pratica, incrementando le competenze tecniche del personale militare impiegato in numerose operazioni, sia in Italia, che all’estero – ha affermato l’assessore regionale, Elena Donazzan-. Un progetto che sarà condotto da ENAIP Veneto, eccellenza nel campo della formazione professionale, grazie ad un investimento regionale complessivo di circa 50 mila euro”.ENAIP Veneto è il fornitore identificato dalle procedure di evidenza pubblica, per i corsi di saldocarpenteria (concluso a dicembre) e di falegnameria. Il corso di falegnameria prevede, oltre alla formazione obbligatoria di sicurezza lavoratori e sicurezza attrezzature, la formazione per manutenzione degli infissi, realizzazione di un manufatto, con attrezzi manuali, disegno tecnico e lavorazioni CNC, nonché posa serramenti e lettura di scheda tecnica prodotti. “Questo è solo l’inizio di una significativa collaborazione tra la Regione del Veneto e le Forze Armate, che ci auguriamo, sia sempre più forte – ha concluso Donazzan -. È un'altra tangibile testimonianza della solida cooperazione, tra Regione ed Esercito, che contribuirà, fattivamente, a rafforzare le competenze delle donne e degli uomini in divisa, presenti sul nostro territorio”. Falegnameria, idraulica ed altri settori meritano, oggi, massima attenzione. Il moderno non pensa a tali competenze, che, tuttavia, sono ricercatissime e lo saranno sempre di più, in futuro. Una preparazione in merito, quindi, costituisce, spesso – la cosa è nota – un complesso di conoscenze, talvolta, più importanti della tessa laurea.

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore