ECONOMIA VERONESE e VENETA | lunedì 18 gennaio 2021 15:08

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 30 novembre 2020, 22:28

Opzione Cattolica:50.101 azioni su oltre 20,2 milioni di titoli offerti.Nemmeno l'1%

Diamo un breve commento dell'esito dell'offerta in opzione come segnala il comunicato stampa pubblicato in serata dalla compagnia di Lungadige Cangrande. Era un passo doveroso e forse anche aspettato nel risultato.

Opzione Cattolica:50.101 azioni  su oltre 20,2 milioni  di titoli offerti.Nemmeno l'1%

Come potere leggere dallo scarno   comunicato che abbiamo postato  più in basso, sono stati pochi i soci che hanno esercitato la facoltà di acquisire le azioni al prezzo di 5.47  l'una, quando il titolo, per circa un mese veleggiava più vicino a 4 euro che ai 5, prezzo superato solo negli  ultimi giorni  di novembre . Quei pochi  titoli più frutto di  un probabile un errore  o un automatismo da parte di qualche istituzione finanziaria che altro . A quei prezzi era un  risultato atteso. E  ora  cosa succederà? Erano stati  messi in opzione titoli per oltre 111 mln di euro , che nessuno sostanzialmente vuole. Ora Cattolica ed il suo nuovo partner industriale devono  decidere cosa fare. Ipotesi: se Generali dovesse acquistare i  titoli salendo oltre il 25% ( attualmente è di pochissimo sotto)   dovrebbe scattare  l'OPA obbligatoria, cosa che dai rumors, non pare  gradita a Generali ne ad altri soci vicino al CDA. Ed allora? Si  andrà verso una assemblea straordinaria per la riduzione del capitale  onde poter permettere a  Cattolica di  ottemperare il suo debito nei confronti dei soci che non hanno approvato l'operazione  di trasformazione in SPA? E cosa succederà del possibile nuovo aumento di capitale di 200 mln  già deliberato   e da attuare in futuro? Verrà utilizzato per rimborsare  i soci  recedenti? Rimborserà CAttolica 5.47 € per  azione riducendo il Capitale e  poi lo aumenterà? E,   a che prezzo? Ed i soci "minori", soci che  come  W.Buffet  sono rimasti sostanzialmente alla finestra? L'americano  era intervenuto, diventando all'epoca primo azionista,    contando  di poter fare affari  con Cattolica, ora che farà? Ed i soci, qualche migliaio, che  hanno votato a favore della trasformazione  se erano così interessati  perchè non hanno sottoscritto  la loro parte di capitale dimostrando così l'attaccamento al progetto?  Per fortuna che la Compagnia era ed è solida, con qualche problema si di governo,   ma solida. Ora che è stata svenduta a Generali cosa decideranno i vecchi consiglieri rimasti e quelli nuovi  inseritio col placet di Generali. Ricordiamo che c'è in corso una indagine della magistratura  su come si è arrivati  a queste delibere  sociali er  vi sono vari persone indagate. Inoltre ,  a breve, ci sarà  l'udienza di merito   presso il  Tribunale per le Imprese  a Venezia, promossa da alcuni soci,   non contro Cattolica ma contro le proposte che il Cda ha fatto approvare  quest'estate dai soci e che hanno portato al recesso di  una parte importante del Capitale. La prima richiesta  ha visto respingere il ricorso d'urgenza , ma ora le cose sono cambiate. L'importante per i veronesi, i dipendenti ed i tanti coinvolti, è che Cattolica  resti  solida e sana e torni a fare affari.

Ecco a seguire  il comunicato stampa:

 

ESITO DELL’OFFERTA IN OPZIONE AI SENSI DELL’ ART. 2437-QUATER,
COMMA 2, COD.CIV.
Verona, 30 novembre 2020. La Società rende noto che al termine del periodo
di offerta in opzione, ai sensi dell’articolo 2437-quater del codice civile, delle
azioni oggetto del diritto di recesso, spettante ai titolari di azioni Cattolica che
non abbiano concorso all’approvazione della delibera di trasformazione
della Società in “società per azioni”, deliberata dall’Assemblea Straordinaria
dei Soci del 31 luglio 2020, l’adesione alla predetta offerta è stata pari a
50.101 azioni, di cui 41.182 in opzione e 8.919 richieste in prelazione.
La Società si riserva ulteriori comunicazioni in ordine al prosieguo della
procedura di liquidazione delle azioni.

mz

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore