ECONOMIA VERONESE e VENETA | lunedì 18 gennaio 2021 14:24

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 27 novembre 2020, 09:41

Banco BPM supera ampiamente i requisiti patrimoniali, confermati dalla Banca Centrale Europea, per il 2021.

Niente SREP, Supervisory review and evaluation Process, ossia, lettera di pareri sulla situazione patrimoniale e su rischi della Banca e di raccomandazioni, su quanto porre in atto.

Banco BPM supera ampiamente i requisiti patrimoniali, confermati dalla Banca Centrale Europea, per il 2021.

       Banco BPM comunica che la Banca Centrale Europea, ha confermato che non emetterà alcuna SREP decision nel 2020. Risultano, quindi, confermati, anche per il 2021 i requisiti patrimoniali, già stabiliti, per il 2020, con la SREP decision 2019, ivi incluso il requisito patrimoniale di Pillar 2 (P2R), che rimane stabile al 2,25% e che potrà essere soddisfatto, per il 56,25% con CET1, per un ulteriore 18,75% con Tier 1capital e per il restante 25% con strumenti Tier 2.  Requisiti minimi che Banco BPM è tenuto a rispettare per il 2021 sono: ·CET1 ratio: 8,458% a livello phased-in e 8,518% a livello fully loaded; ·Tier 1 ratio: 10,380% a livello phased-in e 10,440% a livello fully loaded; ·Total Capital ratio: 12,942% a livello phased-in e 13,002% a livello fully loaded. Si conferma, pertanto, la piena solidità patrimoniale del Gruppo Banco BPM che, come già indicato nel comunicato stampa dello scorso 5 novembre, al 30 settembre 2020, supera ampiamente tali requisiti prudenziali, sia assumendo a riferimento i coefficienti effettivi calcolati in conformità ai criteri transitori in vigore per il 2020 (phased-in)3: ·Common Equity Tier 1 ratio: 15,44% ·Tier 1 Capital ratio: 16,71% ·Total Capital ratio: 19,33%, sia considerando i coefficienti patrimoniali calcolati in base ai criteri in vigore a regime (fully loaded)4: ·Common Equity Tier 1 ratio: 14,10% ·Tier 1 Capital ratio: 15,19% ·Total Capital ratio: 17,80%. Importante è, dunque, che il virus non provochi danni, che possa essere vinto e che ceda, quindi, il suo spazio alla buona amministrazione.

Pierantonio Braggio

 

 

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore