CONSULENZE e INIZIATIVE | giovedì 03 dicembre 2020 01:11

CONSULENZE e INIZIATIVE | 19 novembre 2020, 09:48

Dal 18 novembre, la presentazione, via email, all’Agenzia delle Entrate, delle domande di bonus, da parte delle attività dei centri storici.

Iniziamo. col nostro prezioso collaboratore P. Braggio, una collaborazione con un noto studio di commercialisti veronesi che interviene con pillole fiscali per far chiarezza sui temi più in voga.

Dal 18 novembre, la presentazione, via email, all’Agenzia delle Entrate, delle domande di bonus, da parte delle attività dei centri storici.

Approvato il modello di domanda, che i contribuenti, attivi nel Comune di Verona, potranno inviare tramite email.
Il contributo spetta, se l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020 è inferiore ai due terzi dell'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese dello stesso mese. Esso spetta anche ai contribuenti, che abbiano iniziato l'attività dal 1° luglio 2019. L'ammontare, che non può essere superiore a 150.000 euro, sarà determinato, applicando una percentuale alla differenza, tra l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020, e precisamente: • 15%, se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 non superano i 400.000 euro; • 10%, se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 sono compresi tra 400.000 e 1.000.000 di euro; • 5%, se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 superano 1.000.000 di euro. Il decreto prevede – comunque – un contributo minimo, per un importo non inferiore a 1000 euro, per le persone fisiche, e a 2000 euro, per i soggetti diversi dalle persone fisiche. Vi è sempre una riserva, da parte dell’Amministrazione Finanziaria, perché, sulla base dei dati presenti nell'istanza e prima di erogare il contributo, le Entrate effettuano controlli, per valutare l'esattezza e la coerenza dei dati, con le informazioni, presenti nell’Anagrafe tributaria. Anche in questo caso, come per altri bonus, la procedura avviene in forma telematica. Ricevuta l'istanza, l'Agenzia comunicherà l'esito positivo o la non spettanza del contributo. In caso positivo, la somma di denaro sarà erogata direttamente, sul conto corrente del beneficiario, comunicato all'atto della compilazione della domanda, che è possibile presentare sino al 14 gennaio 2021. Quanto sopra comunica lo Studio Gazzani Stp Srl, Verona, massimo.gazzani@gazzani.it.
Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore