POLITICA & SOLIDARIETA' | mercoledì 02 dicembre 2020 20:23

POLITICA & SOLIDARIETA' | 20 ottobre 2020, 10:16

Politica: ma al Camploy si fa arte? La Lega insorge.

Pubblichiamo il comunicato che il gruppo consiliare della Lega ha inviato per difendere e tutelare i principi che hanno costruito la civiltà europea

Politica: ma al  Camploy si fa arte? La Lega insorge.

Comunicato stampa del Gruppo consiliare di Lega, nel Consiglio Comunale di Verona.
Riguarda il previsto spettacolo “Sic Transit Gloria Mundi”, in programma, per il 29.10.2020, presso il Teatro Camploy, Verona.

“Apprendiamo,  con stupore e con sconcerto, l’annuncio dello spettacolo “Sic Transit Gloria Mundi”, previsto al Teatro Camploy, per  il prossimo 29 ottobre. Lungi da noi, mettere un bavaglio alle diverse forme di espressione artistica, ma, quando l’evento è la manifestazione evidente di un oltraggio al sentimento religioso e alle radici cristiane del popolo veneto, non possiamo fare a meno di condannare questo modo di presentarsi, in un teatro di proprietà comunale, da parte di presunti artisti privi di fantasia, che cercano di farsi pubblicità dissacrando simboli e istituzioni, che sono un importante punto di riferimento morale e spirituale per molti nostri concittadini. Basta guardare la locandina dello spettacolo pubblicata sul web, per convincersi che si tratta di una bieca operazione commerciale, basata su un atto di spavalderia, contro chi è abituato a porgere l’altra guancia (https://allevents.in/verona/sic-transit-gloria-mundi-teatro-camploy/200020261906704), ma che merita pubblica riprovazione; non l’avrebbero mai fatto, contro simboli o esponenti di un’altra religione. Purtroppo, episodi simili non sono rari, nemmeno nella nostra città, ma auspichiamo che, almeno negli spazi comunali, non sia più consentita la pubblica derisione del sentimento religioso. Nell’esprimere ferma condanna per questo spettacolo, il consigliere Alberto Zelger commenta: “Nessuno invoca fulmini dal cielo o auspica reazioni aggressive, come è successo con, Charlie Ebdo, ma almeno ricordino quello che dicevano i nostri nonni: Scherza con i fanti e lascia stare i santi”. Il capogruppo della Lega in Consiglio Comunale, Anna Grassi, aggiunge: “In tempo di pandemia, sarebbe meglio invitare la gente a pregare, piuttosto che a dissacrare la religione”. Tutto il Gruppo consiliare della Lega si associa alla condanna, auspicando un miglior utilizzo degli spazi comunali”.

mz

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore