ANNUNCI E VARIE | martedì 27 ottobre 2020 22:41

ANNUNCI E VARIE | 16 ottobre 2020, 07:13

L’Agriturismo è grande centro d’accoglienza e attivo laboratorio.

Mentre il visitatore o il turista, nel verde, si riposano, sotto i tetti, vengono lavorate erbe varie, spontanee, frutta e verdura, creando ogni sorta di preparati genuini. Fra essi, anche il sale aromatizzato a Corte delle Giuggiole, Cologna Veneta, Verona.

L’Agriturismo è grande centro d’accoglienza e attivo laboratorio.

Bisogna “girare”, per vedere e conoscere l’attività degli agriturismi, così, come si fa, quando ci si reca in una città e si vuole conoscerne le bellezze artistiche e le proposte, che la stessa offre. L’agriturismo, ufficialmente: “Azienda agricola”, sorto per valorizzare edifici ed aree rurali abbandonate, senza troppo cedere al moderno, onde l’impronta agricola rimanga custodita ed evidente, è oggi un’entità importante, che è parte essenziale dell’economia, non solo agricola.

In esso, infatti, dominano l’ospitalità – pernottamenti e pasti – ma anche prodotti alimentari, di alta qualità, derivanti dalla realizzazione di antiche ricette, che propongono gusti e sapori eccezionali,

basate, su prodotti rigorosamente locali, elaborati con lo stesso impegno e la stessa pazienza, degli agricoltori dello storico passato. Non solo: l’agriturismo è, pure, spesso, centro d’alta cultura, cultura pratica, trasmessa, con corsi didattici, che fanno conoscere, de visu, la straordinaria natura, nel suo complesso e nella sua bellezza, natura, che, felicemente, ci circonda… Ci ha dato lo spunto, per tali modeste considerazioni, una recente visita ad uno stand di Coldiretti Verona, dove, fra frutta, marmellate, miele, preparati vari, vini e olio extravergine d’oliva, ci è stato proposto, dalla Marisa Saggiotto, Corte delle Giuggiole, sale aromatizzato, che non conoscevamo e che, nella sua semplicità, ci è tornato molto gradito…, sia per l’assoluta novità, rappresentata dallo tesso, sia per il suo delicato sapore, sia per la sua composizione. Esso, nella sua modestia, conferma quanto sopra, modestamente descritto…: raccolta di erbe, lavorazione e sapori. Infatti, se la base-sale non è, ovviamente locale, il resto è dato da erbe officinali, quali rosmarino, salvia, alloro e finocchietto selvatico…, raccolti nei dintorni dell’agriturismo, essiccati e macinati, che, nel loro complesso, sono frutto di saggio impegno e di conoscenze, che, quindi, solo in un agriturismo, si trasformano in patica realizzazione. Agriturismo: nato in campagna, sostegno ed amico della campagna, laboratorio dei prodotti della campagna e accogliente centro di riposo, nel verde della campagna. Visitiamo gli agriturismi e condividiamo le loro proposte…

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore