ECONOMIA VERONESE e VENETA | martedì 27 ottobre 2020 21:59

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 14 ottobre 2020, 20:58

MENDELSSOHN E PONCHIELLI RIAPRONO LA STAGIONE SINFONICA 2020

La Stagione Sinfonica della Fondazione Arena di Verona riprenderà questa settimana esattamente da dove si era interrotta a febbraio. Protagonista del programma non un compositore, bensì un poeta: William Shakespeare.

MENDELSSOHN E PONCHIELLI RIAPRONO LA STAGIONE SINFONICA 2020

Verrà infatti eseguito il grandioso affresco shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn, preceduto dalle gelide e nordiche onde dell’Ouverture Le Ebridi. Nel Sogno daranno voce alle fate le sezioni femminili del Coro dell’Arena, con la partecipazione nei ruoli solisti delle Artiste del Coro Manuela Schenale e Alessandra Andreetti.

Strumento principe, inoltre, sarà il clarinetto: rimanendo con Mendelssohn verrà eseguito il Konzertstück n. 2 e infine Il Convegno di Amilcare Ponchielli. I solisti in questi ultimi due lavori saranno le prime parti dell’Orchestra areniana Giampiero Sobrino e Stefano Conzatti: Sul podio, invece, tornerà il direttore milanese Pietro Borgonovo. La musica dunque torna a farsi sentire anche al Teatro Filarmonico di Verona, per concludere la stagione bruscamente interrotta oramai un anno fa dall’epidemia di Coronavirus.

 

Filippo Avesani

Filippo Avesani

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore