FIERE ED EVENTI | venerdì 30 ottobre 2020 14:26

FIERE ED EVENTI | 08 ottobre 2020, 23:28

Annullata, ad Isola della Scala, Verona, causa virus, la serata “La grande sfida è sapersi incontrare”, dedicata al mondo della disabilità. L’evento era previsto, nel quadro delle “Giornate del SorRiso”, per il 10 ottobre.

Annullata “La Grande Sfida è sapersi incontrare”, l’ultimo dei quattro appuntamenti delle “Giornate del SorRiso”.

Annullata, ad Isola della Scala, Verona, causa virus, la serata “La grande sfida è sapersi incontrare”, dedicata al mondo della disabilità.            			                L’evento era previsto, nel quadro delle “Giornate del SorRiso”, per il 10 ottobre.

Una scelta, sofferta, da parte di Ente Fiera, a causa dell’inasprimento della situazione epidemiologica di questi ultimi giorni, che desta preoccupazione. “Il momento incerto, che stiamo vivendo, caratterizzato da un aggravarsi della situazione sanitaria, ci induce ad evitare possibili forme di aggregazione e assembramento, quale occasione di contagio da covid-19”, ha detto Michele Filippi, amministratore unico di Ente Fiera, “pertanto, seppure con grande rammarico, abbiamo annullato la serata del 10 ottobre, dedicata al mondo della disabilità. Il delicato momento ci impone la massima prudenza, anche per la tutela delle fasce di persone più fragili, che sarebbero state coinvolte, dall’evento. Sebbene, ora, il virus ci freni, guardiamo avanti, fiduciosi”. Le “Giornate del SorRiso” si sono svolte il 20 e 26 settembre, e il 3 ottobre. Il primo appuntamento era dedicato all’Agaras, l’Associazione veronese dei genitori e amici dei ragazzi di San Patrignano. Le altre due serate, di ringraziamento, erano dedicate ai professionisti, che si sono spesi, in prima linea, contro il Covid, e agli attori della Fiera del Riso. L’ultima serata, quella annullata, avrebbe coinvolto le Associazioni locali, legate al mondo della disabilità. La decisione di Ente Fiera, forzata, significa attenzione, molto responsabile e sentita, nei riguardi del possibile pubblico presente, nella serata annullata. Meglio la precauzione, che un’ulteriore diffusione del virus.
Pierantonio Braggio.


Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore