ECONOMIA VERONESE e VENETA | martedì 27 ottobre 2020 22:45

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 18 settembre 2020, 11:29

A Veronafiere, Marmomac 2020 sarà, con “Digital restart”, il primo evento 100% online 

Il dg Giovanni Mantovani: «Già al lavoro, su nuovo modello post-Covid di fiera ibrida, che sarà standard, per il futuro. Strumenti digitali, come moltiplicatori di opportunità, per le manifestazioni fisiche».  L’evento si terrà, dal 30 settembre al 2 ottobre.

A Veronafiere, Marmomac 2020 sarà, con “Digital restart”, il primo evento 100% online 

Il marmo, nazionale ed internazionale, a Verona, 30 settembre - 2 ottobre 2020, si sposta sull’online. Veronafiere, infatti, lancia Marmomac Digital Restart: tre giorni di incontri b2b, networking e formazione, per i professionisti della pietra naturale. Business e contenuti, quindi, in rete, attraverso una nuova piattaforma, che mette in contatto aziende e buyer, da tutto il mondo. Siamo ad un progetto a lungo termine, che, per il sistema fieristico globale, diventa al tempo, necessità e opportunità, dopo un semestre di completo e forzato stop, permettendo ai mercati di riferimento di restare in contatto e scoprire le ultime novità. Il digitale è l’unica tecnologia, in grado di colmare le distanze, tra gli operatori esteri, garantendo l’internazionalità di un evento, come Marmomac che, nella sua ultima versione fisica, ha accolto, nei padiglioni della fiera di Verona, 64mila visitatori, da 154 nazioni. Il digitale favorisce e migliora i contatti. Marmomac Digital Restart fornisce ad ogni azienda espositrice, uno stand virtuale, nel quale, promuovere prodotti e progetti, tutti indicizzati con tag, per una ricerca rapida, da parte dei visitatori registrati, attraverso filtri e suggerimenti automatici. Gli utenti godranno di un profilo, con anagrafica e una casella di posta elettronica, attiva 24 ore, per compensare le differenze di fuso orario. L’intelligenza artificiale permette un matching puntuale, tra domanda e offerta, in ogni categoria merceologica. Gli appuntamenti d’affari, poi, si svolgono in videochat, mentre conferenze, presentazioni e sessioni didattiche si possono seguire in streaming, collegando gruppi fino a 50 persone. Per le aziende, infine, sono a disposizione funzionalità aggiuntive, come la possibilità di lanciare, in tempo reale, un sondaggio, su un particolare articolo o iniziativa.
«Questo evento – evidenzia il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovaniè il primo in versione 100% digitale, mai organizzato dal nostro Gruppo. L’obiettivo è riunire la community del settore, in un grande appuntamento internazionale di networking. I costi di iscrizione più contenuti permettono di partecipare anche alle aziende, con budget per il marketing ridotti, o, alle piccole realtà non strutturate, di approcciarsi, per la prima volta al mondo di Marmomac». Un passaggio all’online, per marmi e graniti, che, comunque, è soltanto temporaneo, in attesa della “nuova normalità”, come puntualizza il dg di Veronafiere, www.marmomac.it: «L’evento digitale non sostituirà la manifestazione fisica, che continua ad essere un aggregatore di business imprescindibile. Rappresenta, invece, un primo passo verso una nuova modalità integrata di fiera, in cui, la parte online costituirà un valore aggiunto, per una crescita esponenziale delle opportunità, offerte dalla rassegna tradizionale in presenza».  Un Marmomac 2020, quindi, innovativo e di maggiore contatto, che, con il digitale, creerà nuove opportunità e nuove, più rapide relazioni, accanto a quelle, insostituibili, derivanti dal contatto fisico-personale.

Pierantonio Braggio




Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore