ATTUALITA' REGIONALE | lunedì 21 settembre 2020 01:06

ATTUALITA' REGIONALE | 01 settembre 2020, 23:20

SOAVE VERSUS

Riparliamo di “Soave versus 2020”. Nella sua innovativa versione, l’evento è stato presentato ufficialmente, nel Palazzo del Municipio di Verona. Si terrà, dal 2 al 7 settembre 2020, parte in Verona-città e parte in provincia. Un volume, edito dal Consorzio, dal titolo “Soave terroir”, illustrerà territorio e vino di Soave, nel XX anniversario di Soave Versus. Importante il quaderno: “Globally Important Agricultural Heritage Systems”.

SOAVE VERSUS

Non uno, dunque, ma tanti Soave Versus, quest’anno. Una scelta innovativa, intrapresa dal Consorzio Tutela Vino Soave – in collaborazione con l’Associazione Culturale Hostaria – che ha deciso di non fermarsi ai soliti tre giorni di kermesse, estendendo l’evento ai diversi ristoranti di Verona-centro e della provincia, per meglio fare conoscere, oltre al brillante Soave, anche le tradizioni enogastronomiche veronesi. La settimana clou sarà, dal 2 al 7 di settembre. Per la stessa,  il Consorzio, ha organizzato una serie di serate tematiche, per celebrare la fine dell’estate e per fare ancora meglio scoprire il vino della Gargànega, nei suoi innumerevoli aspetti.
In occasione di Soave Versus sarà anche presentato, in anteprima nazionale, il nuovo libro, edito dal Consorzio del Soave, da titolo “Soave Terroir”, che riassume  “20” anni di “Soave Versus” e “20” anni di storia e di studi, per il riconoscimento, nel disciplinare di produzione delle 33 unità geografiche, aggiuntive del Soave. Da notare che, con i suoi “20” anni, Soave Versus è una delle manifestazioni più longeve, nel panorama italiano. Per ulteriori dettagli, rimandiamo all’articolo, dal titolo “XX Soave Versus”, apparso su veronaeconomia it , il 27 agosto 2020. Hanno presentato, l’evento – foto: Michael Benson – Nicolò Zavarise, assessore alle Attività economiche e produttive, Commercio e Arredo urbano;  Sandro Gini,  presidente del Consorzio del Soave;  Aldo Lorenzoni,  direttore del Consorzio del Soave, il presidente dell’Associazione Culturale Hostaria, Alessandro Medici, e  Maurizio Marino, presidente della Fondazione Banca Popolare di Verona. L’occasione di questo annuncio cogliamo, per segnalare anche un importante e significativo “quaderno” – quasi libro! – di 35 pagine, a colori e in lingua inglese, dal titolo: Globally Important Agricultural Heritage Systems - GIAHS, che, uscito, a cura del Consorzio Soave,  in collaborazione, con l’Università di Firenze, se non trascura, giustamente, il tema “Soave Traditional Vineyards”, pone ampiamente in luce anche gli argomenti: Agricultural Heritage Systems, What is a GIAHS site?, Location of the Italian GIHAS Site, The olive groves of the slopes between Assisi and Spoleto, The National Register of Historical Rural Landascape e Italian Historical Rural Landscapes.

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore