ANNUNCI E VARIE | sabato 08 agosto 2020 11:49

ANNUNCI E VARIE | 25 luglio 2020, 14:45

“Nel cuore di Verona”. La città scaligera torna vivere e propone “Verona Festival Art, Shopping - Food&Wine”.

Visite all’Arena, degustazioni nel cortile della Casa di Giulietta e nella Torre dei Lamberti, proposte dei “Ristoranti tipici”, sorprese, negozi aperti, monumenti illuminati, fino alle 22.00, e altre iniziative, nei venerdì a venire.

“Nel cuore di Verona”. La città scaligera torna vivere e propone “Verona Festival Art, Shopping - Food&Wine”.

La stretta collaborazione fra Comune di Verona, Associazione “Corporazione Esercenti Centro Storico Verona”, Associazione Promozione Eventi e portale “Nel Cuore di Verona” ha dato i suoi frutti, partecipando all’operazione anche Confcommercio e Confesercenti, per animare e dare un messaggio di positività, sia sul piano economico, che quello imprenditoriale. Un’azione, che mira a invitare alla visita di Verona, nei venerdì a venire, anche per fare shopping, pure, dopo cena e, al tempo, per apprendere che a, a Verona, massima è la volontà di cooperazione, fra i principali operatori economici, per una città, che deve ritornare ad assumere gli aspetti perduti, a causa del virus. I ristoranti proporranno un menù speciale e offriranno un calice di benvenuto ai clienti, per creare una serata all’insegna del “Bel Vivere e dell’attesa ripresa”. A cura di AGEC, Verona, nel Cortile della Casa di Giulietta e nella Torre dei Lamberti saranno possibili degustazioni di vinoCustoza Doc” e di “bollicine di Garda Doc” nonché di assaggi di olio d’oliva ReDoro, Verona, mentre, venerdì 24, dalle 17.00 alle ore 22.00, si è potuto visitare l’Arena di Verona. Piccole “sorprese”, quindi, durante la serata, in alcune vie del Centro storico, accoglieranno e sorprenderanno i visitatori. Nei futuri weekends, costi convenzionati, negli Hotels del centro, che aderiranno al programma dell’evento. Per altre info: www.nelcuorediverona.it. Il tutto è stato annunciato, nella straordinaria Piazza delle Erbe, il 23 luglio 2020, presenti essendo il sindaco di Verona, Federico Sboarina; l’assessore al Commercio e alle Attività produttive, Nicolò Zavarise; il presidente dei Ristoratori veronesi, Leopoldo Ramponi, e Luciano Piona, presidente del Consorzio di Tutela del vino Garda DOC e del Custoza, Verona. “A Verona non vogliamo stare fermi – ha affermato il sindaco, Federico Sboatrina – e nemmeno fare cambiare mestiere ai ristoratori, come avrebbe suggerito, qualche sottosegretario a Roma. Comune e categorie, siamo tutti impegnati a far ripartire il settore e a far tornare i visitatori in città. Lavorare in squadra e remare nella stessa direzione, è l'unico sistema per vincere, in questo difficile periodo. Questo progetto è un importante messaggio di vitalità e di voglia di andare avanti, che vede schierate, insieme, tante realtà di questo comparto. A Verona, come in tutte le altre città turistiche, i flussi ridotti di visitatori incidono sulle attività legate, a questo settore. Ecco perché servono iniziative come questa che creano occasioni. per rivitalizzare il centro anche, da parte dei veronesi. Uniti, possiamo fare molto, per mostrare una città viva, che ha tanto da offrire e proporre”.Un’iniziativa di alto valore, per il rilancio del tessuto economico cittadino – ha sottolineato l’assessore Nicolò Zavarise –. Un gioco di squadra fondamentale, che vede sinergia, tra il Comune, le attività economiche, le associazioni di categoria e diversi partner privati. Il tutto, per presentare una città forte, decisa a tornare a vivere, nonostante la situazione complicata, che gli operatori economici si stanno trovando ad affrontare. In loro sostegno, al fine di dare più attrattività al centro, anche nelle ore divers, da quelle comunemente usate, per le visite, il Comune ha voluto prolungare, fino alle 22, le aperture di alcuni dei luoghi, più caratteristici di Verona, quali il Cortile della Casa di Giulietta, l'anfiteatro Arena e la Torre dei Lamberti. Un’opportunità in più, che si unisce ad un ricco ed interessante programma di iniziative”. Verona, quindi, si muove, e lo fa con vigore e volontà, per raggiungere il livello, perduto, ante virus. “Ad meliora”!, cui ha fatto pensare anche un bicchiere di brillante ed ottimo Custoza.

Pierantonio Braggio



 






Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore