ATTUALITA' REGIONALE | sabato 08 agosto 2020 11:42

ATTUALITA' REGIONALE | 21 luglio 2020, 22:30

Convegno di Ser.i.t - Coldiretti, a Bolca, Verona.

“Educare alla sostenibilità: prevenzione e protezione ambientale”. Innovazioni e strategie.

Convegno di Ser.i.t - Coldiretti, a Bolca, Verona.

Fra gli appuntamenti, promossi da Ser.i.t - Servizi per l’igiene del territorio, Cavaion, Verona, sulla sostenibilità ambientale, l’ultimo si è tenuto a Bolca, Verona, in collaborazione con Coldiretti, l’11 luglio, permettendo pratici confronti, fra modalità di raccolta e smistamento dei rifiuti. Dopo i saluti del sindaco di Vestenanova, Stefano Presa, il presidente di Seri, Massimo Mariotti, ha illustrato le numerose iniziative, avviate, con la Scuola, per sensibilizzare i ragazzi alla cura dell’ambiente, al riutilizzo di materiali, che possono essere riciclati – vedi il tradizionale Concorso dei Presepi, che si tiene ogni anno, a Verona, nel periodo natalizio – così, come al non spreco di cibo, attraverso la trasmissione televisiva “Recupera con gusto”. Iniziative, le citate, che hanno portato Ser.i.t ad entrare nel Consiglio di Amministrazione di ACR+, rete internazionale di città e di regioni, con sede a Bruxelles, per la promozione d’una gestione sostenibile delle risorse. Il presidente del Consiglio di Bacino Verona Nord, Gianluigi Mazzi, si è soffermato, in particolare, sulla raccolta dei rifiuti, in ambito montano, che va necessariamente organizzata, tenendo conto della peculiarità dei vari Comuni, ossia, della morfologia del territorio, della dispersione dei nuclei abitativi, del clima invernale rigido e della sostanziale distanza, tra punti di raccolta e gli impianti di smaltimento e di recupero: aspetti, da gestire, nel migliore dei modi, per impattare il meno possibile, sia economicamente, in ambito ambientale. Mazzi ha segnalato, pure, che, tra le strategie del Consiglio di Bacino Verona Nord, per migliorare la qualità del rifiuto raccolto, è previsto per fine anno, l’avvio, in Lessinia, del “porta a porta”, peraltro, ritardato di qualche mese, a causa del virus. Circa l’educazione alla sostenibilità, ha relazionato il direttore generale delle Funivie di Madonna di Campiglio, Bruno Felicetti, funivie, che operano, in un comprensorio, che ospita, ogni anno, quasi 3 milioni di turisti, per lo più, in inverno, quando, per gli sciatori, funzionano una sessantina di impianti di risalita. Si mira a ridurre, per quanto possibile, l’impatto, sul territorio, derivante dalla presenza di 20.000 turisti al giorno, attraverso, ad esempio, forme di digitalizzazione, atte a prenotare lo skipass, via telefonino, evitando, così, inutili code. Le Funivie di Madonna di Campiglio hanno aderito, inoltre, ad progetto europeo “emissioni zero, che è  uno dei 17 obiettivi dell’ONU. Sono interventi anche Franca Castellani, vice presidente di Coldiretti; Beatrice Scappini, in tema di  sostenibilità; il consigliere comunale di Vestenanova, Raffaella Benetti; Marco Omboni di Isap, Verona, e Marco Cappelletti, per il Parco della Lessinia. Un incontro, dunque, interessante e costruttivo, su temi attualissimi, mai trattati a sufficienza, sia, in fatto di minore produzione di rifiuti, di opera di convincimento a non lasciarli sul terreno e o nelle acque, e di migliore ed attento riciclo degli stessi.
Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore