ECONOMIA VERONESE e VENETA | domenica 09 agosto 2020 01:11

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 14 luglio 2020, 23:11

Lotta alle zanzare “Aedes”, “Tigre”, “Giapponese” e “Coreana”.

Ne abbiamo indicato quattro specie, ma, in Italia, se ne contano sessantasei. Il Comune di Verona eseguirà 21 interventi antizanzare, nell’ambito d’un terzo ciclo, fra il 29 giugno e il 27 luglio 2020, nelle varie Circoscrizioni. Ovviamente, seguiranno ulteriori interventi di lotta.

Lotta alle zanzare “Aedes”, “Tigre”, “Giapponese” e “Coreana”.

Con sua ordinanza, N° 26 del 17/4/2020 – valida, sino al 31 ottobre – il Sindaco di Verona ha ordinato ai cittadini; ai condomini e ai proprietari/gestori di edifici; ai proprietari o detentori, ovvero, a coloro, che hanno la responsabilità o l'effettiva disponibilità di scarpate ferroviarie, scarpate e cigli stradali, corsi d'acqua, aree incolte e aree dismesse, ai Consorzi, alle Aziende agricole e zootecniche e a chiunque detenga animali per allevamento, ai responsabili dei cantieri, a coloro che detengono, anche temporaneamente, pneumatici o assimilabili, a coloro che conducono impianti di gestione rifiuti e attività, quali rottamazione o demolizione di auto, giardini botanici, vivai, ai conduttori di orti urbani e all'interno dei cimiteri, di mettere in atto le precauzioni previste, per la lotta alle zanzare. Il Comune stesso è già fortemente impegnato, come visto, in tale lotta. In materia, ci limitiamo a riportare i suggerimenti essenziali, onde meglio collaborare, alla battaglia antizanzare: eliminare tutti i contenitori, che possono accumulare acqua, anche in piccole quantità, come i sottovasi, e ricordarsi di tenerli sempre capovolti; evitare il ristagno di acqua, nei sottovasi, oppure svuotarli, almeno, una volta alla settimana: in tal modo, le uova di zanzara non si sviluppano e le larve vengono eliminate; coprire, con zanzariere o teli di plastica, vasche e bidoni senza lasciare fessure: così, si impedisce alle femmine di deporre le uova; mettere pesci in fontane e vasche all’aperto: essi si nutrono delle larve di zanzare; trattare i tombini privati e le vasche all’aperto, con larvicidi, seguendo le istruzioni in etichetta; utilizzare zanzariere, alle finestre; indossare vestiti, preferibilmente di colore chiaro, senza lasciare aree estese del corpo scoperte; proteggersi, dalla puntura delle zanzare, con i repellenti, seguendo attentamente le istruzioni, riportate sul modo d’uso del prodotto. D’inverno le zanzare del genere Aedes muoiono, ma le uova deposte resistono al freddo e schiudono, all’arrivo della bella stagione dell’anno seguente. Ecco perché è importante che queste regole divengano una pratica quotidiana e costante. Notare: l’aria condizionata tiene lontano le zanzare. Da: Appunti di Scienza, Zanzara Tigre, Difendersi è importante, Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, sede di Verona.

Pierantonio Braggio



Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore