ECONOMIA VERONESE e VENETA | domenica 09 agosto 2020 02:02

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 08 luglio 2020, 17:39

Visite guidate, in centro e nei quartieri, dove si sarà accolti dalle Maschere del Carnevale veronese.

L’Associazione VeronaVera, il Comitato carnevalesco veronese del Bacanàl del Gnòco, la Circoscrizione 1- Centro storico e il Centro Turistico Giovanile-CTG, gruppo Guide ed Animatori culturali, per una migliore conoscenza dell’arte e della storia della citta.

Visite guidate, in centro e nei quartieri, dove si sarà accolti dalle Maschere del Carnevale veronese.

Un’interessante ed innovativa iniziativa è sorta a Verona, per meglio fare conoscere, a veronesi e a turisti, il grande patrimonio artistico-storico-culturale dell’antica città scaligera. Il progetto è stato ufficialmente presentato, sabato 4 luglio 2020, non a caso, nella storica Piazza San Zeno e nei locali della pure storica e sammicheliana Porta San Zeno (1542), nei quali ha la sua sede il Comitato del Bacanàl del Gnòco, organizzatore del notissimo Carnevale Veronese. Hanno illustrato il progetto il presidente di VeronaVera, Raffaello Bovo; il presidente della Circoscrizione 1 - Centro storico, Giuliano Occhipinti; il presidente del Bacanàl del Gnòco, Valerio Corradi, e il Papà del Gnòco, accompagnato dal suo Maggiordomo, ambedue, in impeccabile costume carnevalesco. Va premesso che VeronaVera – associazione senza scopo di lucro – vuole promuovere il Territorio veronese e le sue peculiarità, le tradizioni naturalistiche, enogastronomiche e culturali di Verona, ridando anche vita al turismo locale e dall’estero, duramente paralizzato, dal terribile Corona virus, attraverso la promozione di percorsi, in città ed in provincia, atti a sviluppare una maggiore accessibilità alle grandi risorse del territorio scaligero. In particolare, il progetto di VeronaVera – che ha riscosso l’appoggio delle Organizzazioni sopra citate – propone sei percorsi, dedicati alla conoscenza della città, dei rioni e delle relative maschere carnevalesche, mentre altri due percorsi, avranno, come temi, Dante Alighieri (1265-1321), che fu ospite degli Scaligeri a Verona, dove stese il “Paradiso”, e William Shakespeare (1564-1616), creatore del mito “Giulietta e Romeo”, con la collaborazione di Teatro Satiro Off, di Casa Shakespeare e del Teatro Stabile, Verona. Il contenuto dell’iniziativa: a) una mappa virtuale guiderà il visitatore nell’itinerario scelto ed illustrato, attraverso una guida testuale; b) sarà di aiuto una guida turistica virtuale, quale vero e proprio assistente digitale, pronto a rispondere alle domande dell’utente, relative all’itinerario prescelto. In ogni rione, si sarà materialmente accolti dalla Maschera carnevalesca tipica del luogo; c) una caccia al tesoro culturale, destinata a giovani e a famiglie, farà conoscere Verona e la sua storia; c) visite guidate a cura di CTG, accompagnate dalla Maschera storica del rione e rese serene da soste di ristoro, o da un pranzo, o da una cena, in locali tipici. L’applicazione, con i primi tre step consente, da agosto, di visitare Verona in autonomia, senza obbligo di prenotazione e di programmazione: tutto, disponendo di circa due ore di tempo, di uno smartphone, per la selezione del percorso e di volontà di sapere e di conoscere… Le visite guidate sono prenotabili, da subito… Info: meeting@soluzioniomniamedia.com e 045 80 34 553. L’incontro di presentazione del progetto, si è chiuso, con una visita guidata, alla facciata e al portale della Basilica di San Zeno – nel nostro caso, a cura della sapiente guida CTG, signora Debora Venditti – seguita, dall’interessante visita, all’interno di Porta San Zeno, sede, accennammo, del veronese Comitato per il Carnevale veronese. L’accoppiamento visite guidate - accoglienza, da parte delle Maschere Veronesi di rione è ottima idea, creando essa colore e cultura, anche con riferimento ad una delle più sentite manifestazioni veronesi, quella del Carnevale, che è pure grande storia.

Pierantonio Braggio


PIerantonio BRaggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore