ECONOMIA VERONESE e VENETA | sabato 08 agosto 2020 11:48

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 02 luglio 2020, 17:21

Un imponente volume, a Verona, racconta la lunga “Storia dell’Associazione Filatelica Numismatica Scaligera” – 1933-2018, nell’LXXXV anniversario della sua fondazione.

Hanno curato la massiccia opera Livio Calò e Piero Ambrosini.

Un imponente volume, a Verona, racconta la lunga “Storia dell’Associazione Filatelica Numismatica Scaligera” – 1933-2018, nell’LXXXV anniversario della sua fondazione.

Dopo ottantacinque anni dalla sua creazione, avvenuta, nel lontano 1933, l’Associazione Filatelica Numismatica Scaligera si vede raccontata – con numerosissimi particolari, ognuno dei quali ha molto da evidenziare, in fatto di storia e di passione, per l’antico, per il bello e per l’importante complesso della comunicazione postale – e riassunta, in un grande ed elegante volume, basato sul francobollo, il quale, a chi lo colleziona, parla, con la propria vignetta, con i propri colori ed anche, con il timbro, che lo ha annullato… Francobollo, che trasmette messaggi, sapere e cultura, spesso, come accennato, accompagnato da timbri postali celebrativi ed ufficiali, nonché, da stupende, artistiche cartoline – create ad hoc, da semplici collezionisti – e capaci, anche oggi, a distanza di anni, di ricordare avvenimenti importanti, di varia natura. Timbri e cartoline, dicevamo, che hanno visto la luce, di volta in volta, nel nostro caso, in occasione dei diversi eventi filatelici – denominati, nel tempo, Giornata del Francobollo, Manifestazione Filatelica e, quindi, Veronafil – organizzati, a Verona, dall’Associazione Filatelica Numismatica Scaligera stessa e susseguitesi, dal 1935 ad oggi, nel grande numero di 131 rassegne internazionali, l’ultima delle quali, fra quelle considerate nell’opera in esame, ebbe luogo, sempre con il massimo successo, nel novembre 2018 – la più recente è la 133ª, tenutasi nel novembre 2019. Ci siamo intrattenuti anche, su timbri (o annulli) e su cartoline, vere e proprie opere d’arte commemorative, perché l’imponente opera, qui, sotto lente, chiarisce, i suoi attraenti contenuti, oltre che, con eccellente documentazione, con tale parlante materiale. Con un impegno di due anni, fra tempo, dedicato alle ricerche e tempo, consacrato alla sua stesura, il volumone “Storia dell’Associazione Filatelica Numismatica Scaligera” – 1933-2018 – involucro elegantemente cartonato, carta patinata, eccellentemente illustrato, 509 pp., Grafiche Aurora, Verona, 2020 – è opera di Livio Calò e di Piero Ambrosini, rispettivamente Revisore dei conti e Segretario dell’Associazione veronese. L’opera si suddivide nelle seguenti sezioni: Nota biografica degli Autori; Prefazione; Introduzione, nella quale, gli Autori – rilevato, come fosse loro desiderio di rendere omaggio a un momento storico dell’Associazione e di colmare un vuoto, sprovvista essendo l’Associazione stessa di una sua storia, elemento, che ne limita la conoscenza, a livello locale e non solo… ed evidenziano, come unico riferimento ad una storia dell’AFNS, il libro del tedesco dr. Horst Schmollinger, Berlino: ”La Giornata del Francobollo in Italia. Il periodo veronese, dal 1938 alla primavera 1959” – si dicono lieti di presentare questa pubblicazione, che percorre, con scrupolo ed accuratezza, gli ottantacinque anni di storia della nostra Associazione. L’opera assume un rilievo particolare, perché, da un lato, consente ai più giovani di conoscere il nostro passato, dall’altro, rappresenta un punto di partenza, per quanti vorranno approfondire i momenti della nostra storia e della nostra cultura; Ottantacinque anni della fondazione dell’AFNS; Elenco dei Soci-fondatori; Primo elenco soci; Secondo elenco soci; Elenco generale soci; Consigli direttivi; Gli Statuti; Tessere associative; I Presidenti della Scaligera; Le sedi dell’AFNS; Le denominazioni: Le sedi delle Rassegne e delle Manifestazioni; Mostra filatelica del 1935; Rassegne, dalla 1ª alla 20ª edizione; Manifestazioni filateliche scaligere, dalla 21ª alla 29ª edizione; Manifestazioni filateliche veronesi, dalla 30ª alla 39ª edizione; Manifestazioni filateliche-numismatiche veronesi, dalla 40ª all’81ª edizione; Veronafil, dall’82ª, alla 131ª edizione; Annulli speciali e targhette meccaniche, relative alle diverse manifestazioni citate; Disegnatori, bozzettisti ed illustratori di cartoline celebrative; Notiziari filatelici numismatici: “La Voce scaligera”; Tessere filateliche “Veronafil”; Schede telefoniche “Veronafil”, Curiosità; Analisi conclusiva; Ringraziamenti e Bigliografia. Ci troviamo, fra le mani, dunque, un lavoro straordinario, una storia, quasi senza fine, perché, sfogliando il volume, tornano o s’imprimono nella mente, dati, fatti e ricordi, relativi ad un mondo particolare e quasi immaginario, che fu e che piace tuttora… Un mondo – e la cosa fa ottimamente riflettere – che ha, ormai, più di ottantacinque anni, messi straordinariamente, in luce dall’impegno e dal lavoro di due laboriosi Amici, che, consegnandoci il frutto del loro solerte impegno, è come se ci avessero donato una collezione completa, vera e propria, fra poco, centenaria, di personificate storia e cultura. Storia e cultura, che, francobolli, annulli e cartoline – cui, nel tempo, per parte del collezionismo, si sono aggiunte monete, ricche di storia – hanno contribuito e contribuiscono, fortemente, alla formazione ed al sapere. Livio Calò e Piero Ambrosini, ai quali esprimiamo il nostro sentito complimento, sono riusciti, magnificamente, nel loro intento…!
Pierantonio Braggio



Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore