ECONOMIA VERONESE e VENETA | domenica 05 luglio 2020 04:42

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 29 giugno 2020, 11:21

Il Giappone chiama e il Soave risponde.

“Soave by the glass” è la campagna, ideata dal Consorzio del Soave. I ristoranti giapponesi, che avranno aperto più bottiglie, vinceranno un viaggio di una settimana a Soave, per scoprire le colline vitate e lo straordinario patrimonio agro-culturale.

Il Giappone chiama e il Soave risponde.

Il mercato nipponico agisce con cautela, ma, lascia intravvedere una grande volontà di tornare alla normalità e soprattutto alla socialità, con propensione a risedersi, prima possibile, al ristorante. La scelta del Consorzio di continuare, in Giappone, le proprie attività, è stata accolta come segnale di fiducia, di grande amicizia e di stima del Soave, nei confronti dei loro partners giapponesi. Una fiducia, confermata, lo scorso anno, con il numero record di 506 ristoranti, coinvolti nell’iniziativa e 14.000 bottiglie stappate. Partecipano alla campagna 2020: Cantina di Soave, Cantina di Monteforte, Cantina del Castello, Gianni Tessari, Inama, Montetondo, Corte Mainente, Corte Moschina, Fattori, Tenuta Sant'Antonio, Le Battistelle, Gini, Cantine Vitevis, Canoso, Cantina Valpolicella Negrar, Ilatium. I ristoranti nipponici, poi, che avranno aperto più bottiglie, vinceranno un viaggio di una settimana a Soave, alla scoperta delle colline vitate e dello straordinario patrimonio agro-culturale del territorio scaligero. Ma, quest’anno, Soave ha ideato una importante ed innovativa iniziativa promozionale: è stato pensato un vero e proprio kit personalizzato, per i ristoranti nipponici, aderenti alla proposta: grembiuli brandizzati, mappe delle unità geografiche dettagliate e accuratamente disegnate, cartoline, da distribuire alla clientela  e, soprattutto, una pubblicazione sull’abbinamento, tra Soave e cucina giapponese, dove il vino esalta i piatti, in maniera unica. Oltre al kit, il Consorzio organizzerà, insieme alle aziende, cene tematiche, con stampa e opinion leaders, per parlare di grandi novità, nel panorama Soave. In particolare modo, l’introduzione delle Unità Geografiche è oggetto di particolare interesse, per la gente giapponese, attenta, curiosa e che ama sperimentare le novità. «Lo vogliamo definire un atto di grande stima e fiducia, per il mercato giapponese – dice Sandro Gini, presidente del Consorzio –. Il Soave ha trovato, in Giappone, un mercato, che sta dando grandi soddisfazioni, in termini di costanza. L’impegno del Consorzio, in chiave 2020, è di dare ancora più importanza alla campagna, e di essere vicino ai nostri partner, come abbiamo sempre fatto, quest’anno, in maniera particolare». Costanza dei giapponesi, nell’apprezzare il Soave, ma, anche, studiata costanza del Consorzio, nel promuovere, con dedizione e continuità, il proprio, brillante e profumato Soave…

Pierantonio Braggio

Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore