ECONOMIA VERONESE e VENETA | domenica 05 luglio 2020 05:16

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 06 giugno 2020, 19:49

AGSM - A2a. Intervien ancora una volta il consigliere Regionale del Veneto Stefano Valdegamberi

Valdegamberi: "L'apertura al confronto con il mercato per acquisire proposte alternative al progetto Agsm-A2a, sia fatta seriamente e non solo per dare una parvenza di legalità"

AGSM - A2a.  Intervien ancora una volta il consigliere Regionale del Veneto Stefano Valdegamberi

"Non vorrei che il pacchetto Agsm-A2a sia confezionato da diversi mesi, secondo un copione con un finale già scritto. L'ennesima prova è data dai tempi eccessivamente ristretti assegnati alla potenziale concorrenza per formulare delle serie proposte alternative. Classico modo per indirizzare le operazioni all'obiettivo prefissato, salvando anche parvenze di "legalità". Ritornando al merito. Avevo scritto che Agsm, con questo piano, passerà sotto il controllo di A2a senza che A2a scucia un solo centesimo, a zero rischi per A2a. Sempre A2a, pur avendo una quota minoriaria, avrà il Controllo su Agsm, grazie alle clausole statutarie. Chiaro obiettivo è consolidare l'azienda nel patrimonio del gruppo A2a. Se va avanti questo schema l'Amministratore Delegato nominato da A2A (appartamente in minoranza) avrà un controllo quasi totale sull'azienda (approva perfino da solo il budget! ) e quindi i comuni possono anche avere anche 6 consiglieri ma contano davvero poco o nulla. I dubbi sull'operazione, chiaramente "indirizzata" fin dall'inizio (come risulta dalle iniziali dichiarazioni pubbliche degli attori) non solo rimangono ma si rafforzano in questi giorni."

Stefano Valdegamberi

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore