CONSULENZE e INIZIATIVE | lunedì 06 luglio 2020 21:27

CONSULENZE e INIZIATIVE | 25 maggio 2020, 16:34

Immobiliare post Covid: prezzi in risalita, a Verona oltre 1700 euro per mq

Nella fase successiva al lockdown, i prezzi degli immobili nella regione Veneto appaiono in risalita: a riportarlo sono i dati di settore relativi al mese di aprile, che registrano un costo medio per metro quadrato pari a 1.686 euro (+2,36% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso). Ma quali sono le zone più o meno care in Veneto?

Immobiliare post Covid: prezzi in risalita, a Verona oltre 1700 euro per mq

I prezzi medi nella regione Veneto

 

Prendendo in considerazione i prezzi degli immobili nelle varie province venete, si può constatare che è Belluno la più costosa, arrivando a quota 3.209 euro per metro quadrato, mentre la più economica è Rovigo, con una media di 1.065 euro. La situazione degli affitti appare identica a livello geografico, con un prezzo di circa 21 euro per la prima e 6 euro per la seconda.

Per quanto riguarda Verona, più nello specifico, gli immobili residenziali in vendita sono stati richiesti in media a 1.761 euro per metro quadrato (+3,32% rispetto ad aprile 2019). Il dato più alto è quello riportato dal comune di Malcesine: 3.898 euro per metro quadrato; il più basso è invece quello di Selva di Progno, con 486 euro. Malcesine si conferma il comune più costoso anche per quanto concerne gli affitti (18 euro mensili al metro quadrato), mentre Nogara è il più economico, con soli 3,38.

 

Cosa succederà nei prossimi mesi?

 

La situazione attuale pone molti interrogativi riguardo ai settori più disparati, e l’immobiliare rientra senza dubbio fra questi; secondo le previsioni degli esperti, per gli immobili si andrà incontro a una moderata e diffusa diminuzione dei prezzi. Le zone maggiormente colpite dall’arresto dell’attività economica (Lombardia in primis) subiranno una contrazione del valore di mercato, ma, proiettandosi al 2021, si prevede una sorta di “rimbalzo” positivo, che riporterà le valutazioni degli immobili alla normalità. Alla luce di queste considerazioni, se si ha in programma di acquistare un immobile occorre tenere a mente alcuni consigli utili:

 

1)     Ricordarsi di considerare l’immobile sempre nel suo insieme e non come un’entità distaccata dal contesto. È buona regola informarsi sulla città e sul quartiere nel quale si intende comprare casa, per capire quali possano essere gli sviluppi e le potenzialità.

2)     Non valutare il solo prezzo dell’immobile, ma considerare con attenzione tutte le spese accessorie che ne derivano. Nel caso in cui si abbia intenzione di rivolgersi a un’agenzia, è consigliabile sceglierne una online, sia per velocizzare i tempi previsti per le varie procedure sia per ammortizzare le spese: il web in questi casi è uno strumento prezioso non solo per raccogliere più informazioni possibili, ma anche per tagliare i costi; è possibile ad esempio cercare degli appartamenti a Verona su Dove.it, filtrando gli annunci presenti e trovando la soluzione più congrua alle proprie necessità.

3)     Altro buon consiglio è quello di moderarsi con le garanzie richieste a terze persone. In alcuni casi (soprattutto per i giovani) l’intervento dei genitori nel ruolo di garanti è fondamentale per poter procedere all’acquisto di un immobile, ma è sempre meglio non esporli troppo e prendersi le proprie responsabilità, magari abbassando leggermente gli standard per andare incontro al budget che si ha a disposizione.

4)     Attenzione anche alla fase di trattativa: meglio muoversi sempre con garbo e astuzia. Se è vero che la richiesta iniziale è solitamente soggetta a degli abbassamenti, fare offerte troppo distanti da quella iniziale potrebbe indispettire il venditore e compromettere il buon esito dell’affare.

s.w.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore