ESPRIME CULTURA | venerdì 05 giugno 2020 23:34

ESPRIME CULTURA | 22 maggio 2020, 08:56

Deroga in vista per aumentare la capienza dell’Arena?

Gli spettacoli saranno presto liberalizzati con alcuni vincoli imposti dal corona virus, ecco quindi perchè il sindaco si è attivato

Deroga in vista per aumentare la capienza dell’Arena?

Il presidente di Fondazione Arena Federico Sboarina ha chiesto una deroga per permettere all’Arena di accendere i suoi riflettori durante il prossimo mese di agosto. L’ultimo decreto del Governo prevede che dal 15 giugno teatri e cinema possano sì riaprire, ma il tetto massimo di spettatori previsto per concerti e/o eventi all’aperto è fissato a mille persone. Un limite valido per tutti i teatri italiani senza tener conto delle singole potenzialità di ogni città. È per questo che l’amministrazione comunale e Fondazione Arena hanno presentato per l’anfiteatro scaligero un progetto (già parzialmente svelato in conferenza stampa) in grado di garantire tutte le misure di sicurezza a norma COVID sia per gli spettatori, sia per gli artisti e sia per i lavoratori del teatro. Arrivando a poter contenere circa tremila spettatori a sera. Un numero che senza dubbio è piccolo rispetto ai 14mila spettatori abituali, ma in qualche modo consentirebbe la sostenibilità economica di questa edizione straordinaria voluta per il 2020. La proposta è unica, e vanta di serate-evento lungo tutto il mese di agosto. Ci si potrebbe aspettare come ipotesi che venga fatta una deroga per l’Arena: il buon senso dice che se mille posti potrebbero essere troppi per alcuni teatri, d’altro canto potrebbero essere eccessivamente pochi per altri, come la nostra Arena.

 

f.a.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore