ANNUNCI E VARIE | mercoledì 15 luglio 2020 11:00

ANNUNCI E VARIE | 22 maggio 2020, 17:58

Un panorama speciale di Verona, dall’alto…

Lo propone una grande terrazza, da scoprire: quella dell’Hotel Due Torri…

Un panorama speciale di Verona, dall’alto…

Verona, grande collezione di gioielli d’arte e di stili, non finisce mai di proporre novità. In questo caso, dall’alto. Di norma, quale punto d’osservazione privilegiato, che permette una visione straordinaria della città scaligera è il frequentatissimo piazzale di Castel San Pietro. Ad esso, per notorietà e centralità, s’aggiungono quelli, che propongono la Torre dei Lamberti, che si erge fra Piazza delle Erbe e il Cortile Mercato Vecchio, e i piazzali del Santuario della Madonna di Lourdes e dell’Istituto Don Calabria - Casa Buoni Fanciulli, San Zeno in Monte. Ma, all’elenco, manca una postazione particolare: la terrazza del centralissimo Hotel Due Torri, che per la sua dislocazione, garantisce visioni inedite ed eccezionali: sul lato destro della Basilica di Santa Anastasia, su Verona nord, su Verona, lato est - Adige e collina, nonché sulla parte di Verona-città, che s’estende verso sud: una visione, nel suo complesso, certamente, per molti nuova, che fa piacere all’osservatore, per i particolari che presenta e sui quali, non sempre si concentra l’attenzione, ammirando la città, da altre posizioni. Un effetto a sé produce, nell’interessato all’arte, poter contemplare la domenicana Santa Anastasia, vedendone il suo tetto e, come accennammo, la sua parete di destra, nonché gettare lo sguardo, su un pacifico, verde Adige, che si lascia apprezzare, visto, pure da destra, mentre induce a portare lo sguardo al di là di se stesso, verso sinistra, su Veronetta. Un tutto, reso più armonico, dall’azzurro del cielo, dai colori della città e da una brezza invidiabile.

Pierantonio Braggio




Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore