ECONOMIA VERONESE e VENETA | sabato 06 giugno 2020 00:24

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 30 aprile 2020, 23:58

LADRI DI LIBERTA' AL GOVERNO, CHE E' INCAPACE di PREVEDERE le mosse da fare e che INSEGUE I FATTI

Come uno sprovveduto che non sapendo che esistono le previsioni del tempo, esce con l'ombrello se è previsto il sereno e indossa il cappotto quando è prevista una temperatura estiva.

LADRI DI LIBERTA'  AL GOVERNO, CHE E' INCAPACE  di  PREVEDERE le mosse da fare e  che INSEGUE I FATTI

Un governo nel complesso   incapace di valutare  una strategia, segue l'onda e spera che qualcuno gli dia retta perchè  è il Governo.   Non c'è alcuna strategia  nell'operato del Governo  negli ultimi mesi , d'altronde queso Governo  era nato per  non  applicare le clausole di salvaguardia che erano , udite, udite,   li tema del secolo, l'annos coros.  Ieri  il ministro  nella usa audizione al parlamento  ha speigato che  quelle clausole ora non ci interessano piàù, assorbite dal ben più grave disastro economico indotto dall'operato di questo governo.  COme un giocatore di scacchi  prevede una  o due mosse,  se è bravo  di  più , se bravissimo  le studia tutte. Qui  il Governo  è sempre andato a rimorchio degli eventi,  e non per inseguire nel Paese un  consenso politico  mai avuto o perso  da tempo, ma slo per  potersi giustificare difronte  alla  Corte dei Conti, a pararsi   da eventuali denunce, a proteggersi da improperi. Si è fidato di tecnici  politicizzati e un poco impreparati ad affrontare le scelte mediche  partendo dall'ottica politica. Dura  quindi pretendere che questi governanti riescano a perseguire il bene dell'Italia e dei suoi cittadini.   Fanno fatica a trovare i soldi che  promettono  sempre  in più larga misura. Invitano le banche  a mettersi la mano sul cuore  per erogare prestiti consoldi  che nemmeno le banche hanno.  Elemosine, neessarie  ma sono cifre  anche imponenti  ma paragonabili ad elemosine. Il beneficiato spenderò i soldi  e poi  nulla sarà cambiato.  Mancano le riforme strutturali della burocrazia e dello Stato. Il federalismo avrebbe aiutato  a gestire meglio  la situazione ed a evidenziare  chi sa fare  da chi dice di saper fare. Questo  è emerso  inquesti giorni ed è sotto gli occhi ditutti . Va rilanciata l'economia nazionale con un po' di soldi,  subito, ma poi,  va cambiato  l'approccio alle riforme.

Cito un esempio facile che potrebbe essere applicato in centinaia di casi: il ponte  a Genova costruito in meno di due anni contro  i decenni  normalmente per  avere ponti che cadevano dopo poche settimane. Spero che  si capisca che  i soldi servono;  aumentare i debiti dello Stato e delle imprese  non serve se non  si cambia registro, perchè  i soldi  da soli non bastano

MZ

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore