ANNUNCI E VARIE | sabato 11 luglio 2020 06:52

ANNUNCI E VARIE | 07 aprile 2020, 09:59

Fondazione Arena non sposta la “prima” areniana

Durante gli ultimi giorni Cecilia Gasdia, sovrintendente di Fondazione Arena dice di auspicarsi che l’Arena di Verona possa essere la prima grande realtà internazionale a riportare l’opera e la musica fuori dalla realtà virtuale per far riassaporare a tutti, pubblico e artisti il gusto del palcoscenico. Le dichiarazioni sono logicamente pervenute dopo i molti dubbi dovuti al condizionamento dell’emergenza sanitaria da Coronavirus sull’apertura della prossima stagione, in programma il 13 giugno, con «Pagliacci-Cavalleria Rusticana» con la regia di Gabriele Muccino.

Fondazione Arena non sposta la “prima” areniana

L’impegno per la salvaguardia del Festival c’è tutto, e si ipotizza che un’eventuale data dopo la quale si dovrà per forza di cose tirare le somme possa essere intorno a fine aprile, massimo i primi di maggio. In quel lasso temporale sarà tutto più chiaro: un’amara resa o una dolce rinascita. Ci auspichiamo con tutto il cuore che vinca la seconda, e che simbolo di rinascita possa essere proprio la nostra Verona.

 

.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore