ECONOMIA VERONESE e VENETA | mercoledì 30 settembre 2020 23:14

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 25 gennaio 2020, 09:15

Amarone della Valpolicella Classico “Albino Armani” , anche il pubblico potrà assaggiare.

Una grande cantina si presenta al pubblico col suo vino d'annata che promette d'essere un grande AMARONE SAbato riservata, domenica aperto il banco d'assaggio. A seguire il comunicato.   Dal 1° al 2 febbraio 2020, Albino Armani, Viticoltori dal 1607, torna all’Anteprima Amarone, la manifestazione più attesa dagli amanti del grande rosso scaligero organizzata ogni anno dal Consorzio di Tutela Vini Valpolicella a Palazzo della Gran Guardia (Piazza Bra 1, Verona).

Amarone della Valpolicella Classico “Albino Armani” , anche il pubblico potrà assaggiare.

Focus di quest’anno è il 2016, un’annata che non deluderà le aspettative del selezionato pubblico veronese, fatto di professionisti e operatori del settore, esperti, stampa e grandi nomi del panorama vinicolo internazionale. Albino Armani, azienda che vanta 400 anni di storia nel vino, sarà in degustazione, tra le 53 aziende della Valpolicella presenti, con il campione di botte dell’Amarone della Valpolicella Classico “Albino Armani” 2016, in bottiglia dalla prossima primavera. Siamo sull’alta collina della valle di Marano di Valpolicella, fra i 350 e 500 m. s.l.m., dove i vigneti sono allevati a pergola veronese su ripidi terrazzamenti realizzati con tradizionali muri a secco (le marogne), su terreni composti da depositi calcarei su rocce di origine vulcanica. Dal calice emerge un ventaglio di espressioni che richiama la frutta rossa matura e le spezie dolci: confettura di amarena, cioccolato, cannella, ciliegia sotto spirito. Le note sono calde come l’estate che ha caratterizzato l’annata, ma che tuttavia conservano eleganza e raffinatezza. Un tannino importante si intreccia ad una bella acidità, che distingue i vini di collina e in particolare di Marano di Valpolicella, assicurando un buon potenziale di invecchiamento.
 
Oltre all’annata che sarà in commercio la prossima estate, Albino Armani propone al pubblico esperto della Gran Guardia la sua Riserva 2014, Amarone della Valpolicella Classico “Cuslanus”, che, anno dopo anno, beneficia dell’affinamento in bottiglia e promette una bella evoluzione. Le uve arrivano da vigneti allevati a pergola e situati tra i 350 e i 500 m. di altitudine, tra S. Rocco e Camporal (Marano). Certo l’annata fredda si ritrova nel calice e offre un olfatto dalla spiccata freschezza, note balsamiche e mentolate, che portano poi verso note terziarie con ricordi di resina. Il sorso è strutturato e ben bilanciato, con un finale lungo e piacevolmente amaricante.
 
Come ogni anno, i media avranno la loro giornata dedicata sabato 1° febbraio dalle 10.00 alle 17.00, che si aprirà ufficialmente con la conferenza stampa in programma alle 11.00 e condotta da Diego Tomasi del CREA-VE. Domenica 2 febbraio, dalle 10.00 alle 20.00, le porte della Gran Guardia apriranno anche al grande pubblico.
 
Per maggiori informazioni su Albino Armani, visita il sito www.albinoarmani.com

em zum

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore