ECONOMIA VERONESE e VENETA | martedì 20 ottobre 2020 07:59

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 22 dicembre 2019, 18:47

DAL DIALOGO TRA CONFINDUSTRIA VERONA E CGIL CISL E UIL NASCE LA COMMISSIONE SINDACALE PRE ARBITRALE

Uno strumento in più per facilitare la conciliazione tra impresa e lavoratore

DAL DIALOGO TRA CONFINDUSTRIA VERONA E CGIL CISL E UIL NASCE LA COMMISSIONE SINDACALE PRE ARBITRALE

 

Verona 18 dicembre 2019. Il percorso di crescita e collaborazione tra Confindustria Verona e le organizzazioni sindacali CGIL CISL e UIL, che ha visto l’avvio di numerose collaborazioni dalla detassazione dei premi di risultato al percorso formativo per la promozione della sicurezza in azienda, si arricchisce di un ulteriore tassello: la commissione sindacale pre arbitrale.

 

Si tratta di uno strumento utile per ricomporre le controversie tra lavoratore e azienda. In particolare il lavoratore dipendente che abbia ricevuto una sanzione disciplinare, entro sette giorni potrà chiedere all’organizzazione sindacale, a cui abbia dato espresso mandato, di costituire la commissione sindacale pre arbitrale che potrà procedere ad una conciliazione tra parte datoriale e lavoratore.

Nel caso di mancata conciliazione il lavoratore manterrà la facoltà di impugnare la sanzione disciplinare innanzi all'autorità giudiziaria oppure di promuovere la costituzione di un Collegio di conciliazione ed arbitrato presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro (ITL) di Verona, ai sensi dell’art. 7, Legge n. 300/1970.

 

“Questo accordo rappresenta una volta di più che le relazioni tra Confindustria Verone e Organizzazioni Sindacali nella nostra provincia sono costruite su solide basi di dialogo e collaborazione. – ha dichiarato Filippo Girardi, Vice Presidente di Confindustria Verona per le relazioni industriali - Con questa commissione saremo in grado di supportare anche in caso di sanzione disciplinare il lavoratore e l’azienda con tempi più brevi e in maniera totalmente gratuita rispetto al normale percorso previsto dalla legislazione corrente”.

 

“Un accordo provinciale che offre ai lavoratori e alle imprese l’opportunità di un percorso più semplice e un punto di riferimento competente per dirimere eventuali controversie” ha aggiunto Stefano Facci Segretario Provinciale CGIL.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore