ECONOMIA VERONESE e VENETA | venerdì 14 agosto 2020 13:42

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 07 dicembre 2019, 22:17

Ristoranti tipici di Verona. Il portavoce ufficiale, Simone Vesentini ed i colleghi Ristoratori, per Venezia.

Trentacinquenne, attivo, brillante e veronese, Simone Vesentini, opera, con passione e dedizione, nel settore della ristorazione,

Ristoranti tipici di Verona. Il portavoce ufficiale, Simone Vesentini ed i colleghi Ristoratori, per Venezia.

Seguendo le orme del padre, Gianni, titolare dello storico Caffè Montebaldo, via Rosa, Verona, mirando al meglio per la propria città e per la sua economia. Simone, oltre che imprenditore, dalle grandi idee, costruttive e pratiche, che è quanto occorre per il successo, è portavoce dei Ristoratori tipici del Centro Storico della città scaligera. Nel privato, oltre che seguire il Caffè Montebaldo, egli ha ampliato la sua attività all’Enoteca-Ristorante “La Piazzetta”, Corte San Giovanni in Foro, in corso Portoni Borsari, e all’Osteria “al Bacarìn”, di vicolo Dietro Listone, Verona. L’ingegno di Simone e la sua lungimiranza, gli hanno fatto aprire, inoltre, un attivo “laboratorio alimentare”, per la preparazione di pasta fresca, sughi, salse, cotture lunghe, quali prodotti-base, per i suoi tre esercizi citati. Come già menzionato, la grande esperienza, permette a Simone di rappresentare ufficialmente i Ristoranti Tipici del Comune di Verona – www.ristorantetipicoverona.com – i quali propongono a veronesi e a turisti, appunto, piatti tipico-locali e vini del territorio, nella rigorosa misura di almeno il 50% della propria offerta complessiva, da portare in tavola. Vesentini tiene, quindi, a sottolineare che “ristorante tipico” non significa ristorante fuori moda, ma, “tipico-innovativo”, in quanto le relative preparazioni sono all’altezza dei tempi, in fatto di metodi di cottura e di servizio. Non solo: ogni piatto tipico dev’essere presentato, come previsto dalla normativa, con illustrazione dei contenuti, sia in italiano, che in inglese. Un Vesentini, dunque, più che attivo e fortemente legato, con entusiasmo, al suo multiforme impegno, operando egli anche  quale vicepresidente dei Ristoratori di Confcommercio, Verona, e, ancora, come portavoce, del Gruppo dei settanta Ristoratori del Centro Storico scaligero.  Importante, inoltre, la collaborazione di Simone, con la Federazione Italiana Pubblici Eserci, Confcommercio - FIPE, in ordine alla raccolta in corso, nei locali aderenti, di donazioni volontarie, in contante, per ogni piatto di tradizione veneta, servito, donazioni, che sono destinate ai colleghi veneziani, danneggiati, in questi giorni, dall’acqua alta. Non si tratta, con quanto sopra, di porre in luce doti e qualità, che, peraltro, eccellono, ma di fare conoscere l’alto impegno d’una giovane, la cui incisiva azione contribuisce fortemente, nel proprio settore, alla positiva evoluzione dell’economia veronese.
Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore