ECONOMIA VERONESE e VENETA | sabato 31 ottobre 2020 17:25

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 19 dicembre 2017, 18:07

Fondazione Arena di Verona. La Stagione lirica 2017-2018, aperta festosamente da “La vedova allegra”. Grande successo.

La piacevole operetta, in tre atti, di Franz Lehár (1870-1948) è in scena dal 17 dicembre, domenica. Ripetuta martedì 19, la rivedremo giovedì 21, ore 20.00; sabato 23, ore 15,30; mercoledì 27 dicembre, ore 20,30; venerdì 29 dicembre, ore 20,30 e domenica 31 dicembre, ore 20,30 – le ultime tre rappresentazioni sono da considerarsi fuori abbonamento.

Fondazione Arena di Verona. La Stagione lirica 2017-2018, aperta festosamente da “La vedova allegra”. Grande successo.

Il lavoro di Lehár, quindi, accompagnerà il pubblico fino alla notte di San Silvestro, per festeggiare, con una musica appassionante e balli coinvolgenti, l’arrivo dell’anno nuovo. Il tutto, per aprire festosamente la Stagione Lirica Areniana 2017-2018, dopo due mesi di silenzio, presso il Teatro Filarmonico. Direttore d’orchestra sarà il giovane ed affermato maestro spagnolo Sergio Alapont, per la prima volta sul podio scaligero, mentre la regia e la coreografia saranno nelle mani di Giorgio Landi, le scene saranno curate da Ivan Stefanutti e i costumi saranno a cura di William Orlandi. Personaggi ed interpreti: Barone Mirko Zeta, basso-baritono Giovanni Romeo; Valencienne, soprano Désirée Rancatore o soprano Lucrezia Drei; Conte Danilo Danilowitsch, baritono Enrico Maria Marabelli; Hanna Glawari, soprano, Mihaela Marcu o soprano Elisa Balbo; Camille de Rossillon, tenore Giorgio Misseri o tenore Francesco Marsiglia; Visconte Cascada, Francesco Paolo Vultaggio; Raoul de St. Brioche, Stefano Consolini; Bogdanowitsch, Daniele Piscopo; Sylviane, Serena Muscariello; Kromow, Andrea Cortese; Olga, Lara Rotili; Pritschitsch, Nicola Ebau; Praškowia, Francesca Paila Geretto; Njegus, Marisa Laurito, per la quale, ogni volta che entro in questo teatro, è una commozione… Celebriamo, dunque, con Franz, San Silvestro ed il nuovo Anno… Grande il successo, della prima de La vedova allegra, che ha aperto la Stagione 2017-2018 della Fondazione Arena di Verona al Teatro Filarmonico. Un pubblico entusiasta, gremiva platea e palchi, tributando lunghissimi applausi agli interpreti, dal direttore Sergio Alapont, ai cantanti, tutti impegnati in ruoli di bravura, fino alla citata attrice Marisa Laurito, che ha avuto modo di sfoggiare le sue doti d’ironia e di comicità. Molti i consensi anche per l’allestimento, le scene, per i costumi e per i complessi artistici areniani, uno per tutti, Peter Szanto, violino solista, in palcoscenico. Per ulteriori dettagli: www.arena.it.

Pierantonio Braggio



Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore