ECONOMIA VERONESE e VENETA | giovedì 03 dicembre 2020 01:17

ECONOMIA VERONESE e VENETA | 02 maggio 2017, 09:00

Studenti della Scuola d’Arte del Museo Statale e della Galleria d’Arte Tretyakov di Mosca, a Castel d’Azzano, Verona. Visiteranno lo studio del noto scultore veronese Sergio Pasetto.

L’Arte – A grande – non ha confini e si lascia capire anche senza speciali conoscenze linguistiche. Essa è espressione dello spirito e, come tale, pure nelle sue varianti, non ha confini. L’Arte unisce. In tale quadro, Marina Kholodenova, presidente di Ruskij Dom, Verona, ha promosso, per il 9 maggio 2017, una visita guidata al Laboratorio artistico di Sergio Pasetto, noto a Verona e nel mondo, per le sue numerose opere in bronzo e per avere attivamente collaborato, recentemente, alla creazione d’un adatto supporto ad un busto, quasi parlante, dedicato all'astronauta Yurij Gagarin (1934-1968), busto che, opera dello scultore russo, Aleksiej Leonov, è stato donato, nell’ottobre scorso, a Verona – ora esso è posizionato nei giardini Santa Teresa – dalla citata Associazione Ruskij Dom, promotrice di ottimi rapporti culturali fra Russia ed Italia.

Studenti della Scuola d’Arte del Museo Statale e della Galleria d’Arte Tretyakov di Mosca, a Castel d’Azzano, Verona.  Visiteranno lo studio del noto scultore veronese Sergio Pasetto.

Visiteranno il laboratorio di Pasetto gli studenti d’arte moderna della Suola d’Arte del Museo Statale e della Galleria Tretyakov di Mosca, nell’ambito d’un percorso culturale, mirante a fare conoscere, in Russia, l’antica Verona, il suo patrimonio artististico ed i suoi artisti, nonché a creare rapporti di amicizia e di comprensione fra popoli diversi.

Pierantonio Braggio

 

 


Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore