Economia veronese e veneta | 31 marzo 2017

I vini di Tenuta Sant’Antonio alla 51esima edizione del Vinitaly

Appuntamento a Verona dal 9 al 12 aprile per la 51esima edizione del Vinitaly, con un fitto programma di degustazioni guidate da ospiti d’eccezione.

I vini di Tenuta Sant’Antonio alla 51esima edizione del Vinitaly

Dopo il successo dello scorso anno Tenuta Sant’Antonio torna al Vinitaly, a rappresentare le eccellenze della Valpolicella, e dei vini che nascono in questa terra straordinaria. L’edizione numero 51 della più grande manifestazione di vini e distillati si terrà da domenica 9 a mercoledì 12 aprile alla fiera di Verona. Lo spazio in cui Tenuta Sant’Antonio esporrà i propri prodotti sarà situato presso S.C. Castelvecchio, Stand 3. 

Protagonisti indiscussi saranno i vini dell’azienda, in tutte e tre le linee di produzione; non solo i vini più tradizionali - Amarone, Valpolicella e Soave - come l’Amarone Campo dei Gigli e il Valpolicella Superiore Ripasso Monti Garbi, ma anche i vini senza solfiti della famiglia Télos (Il Bianco, Il Rosso e L’Amarone) e i vini giovani e leggeri del marchio Scaia, come il Rosato e il rosso Paradiso. Le giornate del Vinitaly allo stand Tenuta Sant’Antonio saranno scandite da un intenso programma di degustazioni guidate, accessibili esclusivamente su invito, nelle quali i migliori vini dell’azienda verranno raccontati da sommelier di fama nazionale come Alessandro Scorsone, Daniele Cernilli, Roberto Gardini, Marco Larentis e Nicola Frasson. 

Si partirà nella mattinata di lunedì 10 aprile con i vini Télos, per poi proseguire fino alla mattina di mercoledì 12 con degustazioni verticali del Valpolicella Superiore Ripasso Monti Garbi,ì il Soave Monte Ceriani, l’Amarone Campo dei Gigli e il Valpolicella Superiore La Bandina.

 

.