Annunci e varie | 26 settembre 2013, 13:16

L’ARTE SURREALE DI GIOVANNI MOTTA APPRODA A VERONA A PALAZZO VICTORIA CON LA MOSTRA “WE COME IN PEACE”

Palazzo Victoria, il lussuoso hotel firmato Salviatino Collection, realizzato tra le rovine romane e i reperti storici medievali attentamente preservati, ospita fino al 30 ottobre 2013 l’arte surreale e immaginifica dell’artista Giovanni Motta con la mostra “WE COME IN PEACE”.

L’ARTE SURREALE DI GIOVANNI MOTTA APPRODA A VERONA A PALAZZO VICTORIA   CON LA MOSTRA “WE COME IN PEACE”

Incarnazione della poetica dell’artista veronese, la mostra esplora il mondo delle gioie infantili, recupera emozioni, traducendo in forma e colore il ricordo. Così, avvolta da un’atmosfera onirica e al limite della fantasia, Palazzo Victoria si trasforma nella location perfetta per i Momonsters, piccole e colorate sculture in argilla, carta e resina, protagonisti della mostra. Fortemente contaminata dalla cultura nipponica e dallo stile cartoon, la mostra “WE COME IN PEACE” colpisce per l’audace impatto visivo dei Momonster, statue ma anche pezzi di ceramica, dipinti e fumetti in una contaminazione di pittura e scultura che non entra mai in contraddizione, rafforzando al contrario l’idea di arte di Motta secondo una logica di alterazione e trasformazione che intercorre nell’utilizzo congiunto di entrambi i mezzi.

 

Da Tokyo a Helsinki, passando per Parigi, Strasburgo e Milano con la “Momonsters display installation” in Rinascente e “New ceramics Momonsters presentation by Bosa” al Salone Internazionale del Mobile, adesso l’arte del veronese Giovanni Motta ritorna a Verona, perfettamente integrata nell’anima contemporanea seppure dalla multiforme storicità di Palazzo Victoria.

 

 

 

 

 

 

.

In Breve