ANNUNCI E VARIE | giovedì 02 ottobre 2014 02:18

Ricerca

ANNUNCI E VARIE | lunedì 06 agosto 2012, 23:04

IN VENETO FINANZIAMENTI PER INTERVENTI INNOVATIVI DI PMI SUL PATRIMONIO NATURALE

Condividi |  

Mantenere ed aumentare il livello di sviluppo economico all’interno del territorio veneto interessato dalla Rete Ecologica Europea Natura 2000: è questo l’obiettivo del Bando che mette a disposizione contributi a favore delle Piccole Medie Imprese per interventi innovativi di conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale, approvato dalla Giunta regionale su iniziativa dell’assessore all’agricoltura e alle aree protette Franco Manzato,. Per sostenere le azioni in questo segmento economico – naturalistico sono a disposizione circa 4 milioni 180 mila euro, riferiti al Piano Operativo Regionale FESR 2007-2013 Asse 1 “Innovazione ed economia della conoscenza”.

“Con questa iniziativa – ha sottolineato Manzato – vogliamo sostenere imprese che possano garantire un coinvolgimento non solo meramente economico ma anche sociale e culturale attivando interventi rivolti ad una fruizione sostenibile del patrimonio naturale e del territorio che garantiscano la qualità della vita delle popolazioni nelle aree interessate”. Sono previsti contributi a fondo perduto per la realizzazione di investimenti Piccole Medie Imprese, che potranno presentarsi anche in Associazione Temporanea (ATI), che operino nelle aree del Veneto interessate dalla Rete Ecologica Europea Natura 2000. Sono escluse le imprese agricole, perchè usufruiscono di interventi analoghi del Programma di Sviluppo Rurale. Gli interventi per i quali viene chiesto il contributo dovranno essere volti alla conservazione, valorizzazione e tutela degli habitat e habitat di specie presenti all’interno del S.I.C. o della Z.P.S. Gli interventi dovranno essere realizzati impiegando le migliori tecnologie disponibili in relazione alla prevenzione e al controllo dell’inquinamento e del consumo energetico.

Sono finanziabili: investimenti strutturali; acquisti; investimenti immateriali, comprese consulenze tecniche; attività promozionali. La percentuale di contributo e il limite massimo dello stesso è rapportato alla tipologia di investimento per il quale viene chiesto il sostegno regionale. Le domande e la documentazione richieste devono essere trasmesse entro il 15 ottobre prossimo, in plichi spediti esclusivamente a mezzo posta mediante raccomandata AR, indirizzati a Regione del Veneto – U.P Foreste e Parchi – Via Torino, 110 – 30172 Mestre - VE.

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore