POLITICA & SOLIDARIETA' | mercoledì 08 aprile 2020 17:23

POLITICA & SOLIDARIETA' | 20 marzo 2020, 10:10

Il virus mostra come la gente d'Italia vinca le battaglie tipo Nikolaevka

L'abnegazione della stragrande maggioranza del popolo italiano, la capacità per chi è in prima linea di aiutare tutti comunque, mi richiama la famosa campagna di russia dell'Armir e la sua epica fine, dramma degli Alpini, e non solo raccontato, da molti autori come battaglia di popolo contro l'insipienza della classe governativa.

Il virus  mostra come la gente d'Italia vinca le battaglie tipo Nikolaevka

Uomini  e strutture  mandate allo sbaraglio. No, non siamo a questo punto in Italia,  ma la memoria di quelle grandi tragedie di popolo a cui  l'Italia  ha dovuto  assistere, riaffiora. Anche nel film "La grande guerra" con Sordi e Gasmann,  alla fine  i fanti italiani, sparati   dagli ufficiali delle retrovie, si immolano per la Patria in mille sacrifici personali che  per l più restarono ignoti. Ma per fortuna si intervenne dopo Caporetto,  qualcuno ebbe l'accortezza di cambiare  nominando un più accorto Diaz. Nel regime fascita  non venne dato conto  del disastro dell'Armir, ma ora in Italia non siamo in un regime, eppure  televisioni e media dell'apparato  continuano a scaricare  sempre più paure sulla gente, che ne ha già di sue, per colpevolizzare chi colpa ne ha, e dimenticare  quelle dei capi. La  confusione iniziale  e l'impreparazione anche dei famosi tecnici di parte è parsa lampante. Nessuna programmazione per un evento che anche i meno scienziati avevano capito che non poteva starsene circoscritto solo  alla Cina. L'intellighentia era  molto impreparata, figuriamo gli altri.Ma adesso il popolo deve sbrogliare la matassa. Anche sulla Borsa, impreparazione totale, almeno spero,  l'interveento  si fa  chiudendo la stalla  dopo che la maggior parte dei  buoi  è uscita.  Ma abbiamo la Golden Share per difenderci. Il Governo, impegolato dalle crisi quotidiane senza impegno  nella progettualità e nella strategia si è mosso prima malamente poi , non  poteva far altro, migliorando. C'è da dire che qualche timido provvedimento venne preso,  sbeffeggiato dalla nostra cara Europa che ci  vuole tanto bene,  ma   con la paura di chi non  vuole prendersi responsabilità, COmanadre si pagare  il fio degli errori, al popolo. Ancora, se il provvedimento veniva dal Veneto  era tacciato di razzismo politico dalla parte avvers, eppure anche in Veneto errori sono stati fatti, ma ora è un  modello. E i disastri in Lombardia, come mai? L'analisi  la faremo dopo, purtroppo la memoria  è labile nel popolo, per cui certi governanti  che  conducevano l'Italia alla stregua della Grecia, o forse è peggio,  sono ancora in giro che pontificano.   Poi  se uno riesce a fare senza nessuna preparazione dieci lavori  di altissima responsabilità è sicuramente un genio, ma sono cretini gli altri che glielo permettono.   Ora un DPCM firmato solo dal Governo  metterà un  domani in galera decine di  migliaia di italiani che sono andati a prendere una boccata d'aria ( qualche scemo  tra questi c'è senz'altro), ma con un decreto legge  faremo uscire dalle prigioni migliaia  di  persone . Cari italiani, veneti, veronesi, state a casa e se uscite, rispettando le regole, aggiungetevi   un po' dell'intelligenza vostra e aumentate le distanze, disinfettatevi il più possibile, usate tutte  le migliori pratiche , che tanto la battaglia contro il virus , come quella di Nikolaevka,  la combattete voi  e tutte le persone, sanitari operai, magistrati,commessi, autisti, forze dell'ordine, ecc) che tengono in piedi questa vilipesa Italia nonostante certi governanti che abbiamo.

mz

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore