ANNUNCI E VARIE | mercoledì 08 aprile 2020 16:38

ANNUNCI E VARIE | 27 febbraio 2020, 10:19

“Un bambino è un dono”. Un volumetto-guida, redatto dal pediatra, prof. Attilio Boner, per i genitori, in attesa di un figlio, o per meglio crescerlo sino ai sei anni.

Quello di mamma e di papà è il mestiere più bello al mondo, ma, esso è anche difficile, in quanto, ad esso, si giunge senza alcuna preparazione. E non è nemmeno corretto dire, in vista di tale delicato compito, così come avviene, per altri, che, operando, s’impara. Dominano, spesso, quindi, dubbi e paure, proprio quando, il nuovo nato dovrebbe essere, ed è, motivo di gioia. Vuole aiutare, in ciò, il volumetto dal titolo: ”Un bambino è un dono”, steso dal pediatra, prof. Attilio Boner, medico di massima esperienza, che verrà consegnato ai neogenitori, dal Comune di Verona.

“Un bambino è un dono”. Un volumetto-guida, redatto dal pediatra, prof. Attilio Boner, per i genitori, in attesa di un figlio, o per meglio crescerlo sino ai sei anni.

L’opera, 63 pp., Verona 2020, è stesa in linguaggio semplice e prende in considerazione i seguenti temi: promesse dei genitori, nei riguardi del nuovo arrivato – in merito, è fornito, con il libretto, un foglio in carta pergamena, sul quale, i genitori, rispondendo ai quesiti, su esso esposti, s’impegnano ad un comportamento corretto, il migliore possibile, nei riguardi del futuro figlio…; il foglio, compilato, è adatto ad essere incorniciato e a servire da costante punto di riferimento, quasi a ricordare i doveri dei genitori stessi…; sviluppo del cervello; lo sviluppo psicosomatico, all’età prescolare: dai primi mesi, ai sei anni; giocare con i coetanei e suggerimenti positivi. Ovviamente, il tutto è ampliato da numerosissimi sottotitoli, con preziose considerazioni e consigli. Si potrà scaricare il volumetto dal sito del Comune di Verona. L’opera, voluta dall’assessore alle politiche demografiche, Francesca Toffali, è stata presentata dalla stessa, dal sindaco, Federico Sboarina e dal prof. Attilio Boner, come cennato, autore del lavoro. “I figli sono una scoperta, che ci mette alla prova ogni giorno. Diventare genitori è, insieme, l’avventura più bella e difficile del mondo, a cui nessuno arriva preparato, come spera. Da amministratore, non posso che essere orgoglioso di questa iniziativa, piccolo, ma concreto aiuto, per chi si trova a gestire le difficoltà della nuova quotidianità, da genitori. Il bello di questo libretto è che non ci sono regole precise da seguire. Primo, perché ogni genitore è diverso dall’altro; secondo, perché, spesso, si improvvisa, sperando di fare la cosa giusta… Mai, come in questi casi, servirebbe il consiglio dell’esperto, l’indicazione da seguire, per farci stare tranquilli. Questo libretto, vuole essere un aiuto prezioso per i genitori e i loro bimbi”, ha affermato il sindaco, Federico Sboarina. Assessore Francesca Toffali: “L’Amministrazione ha messo al centro i bimbi, nella consapevolezza, che sono essi gli elementi più preziosi della nostra società. Si tratta di un progetto innovativo, che si avvale della straordinaria consulenza del professor Boner e che mira ad aiutare i genitori ad affrontare meglio una fase potenzialmente critica. Già nei prossimi giorni, il libretto sarà consegnato dagli uffici dell’Anagrafe, dove i genitori registrano i loro figli, ma, sarà anche distribuito, negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia comunali e nelle farmacie. Per tutti, sarà consultabile e scaricabile dal sito del Comune”. “I primi mille giorni di vita, compresi i 9 mesi di gestazione – ha detto il professor Boner – determinano la salute, le probabilità di ammalarsi e, in buona parte, il futuro dei piccoli. Una gestione attenta della gravidanza e dei primi due anni di vita, quindi, permette di far sviluppare al meglio il bambino. L’alimentazione è fondamentale, così come il gioco che stimola lo sviluppo dei neuroni, l’apprendimento dagli errori, gli incoraggiamenti e le modalità corrette di relazione sono elementi che cooperano alla crescita positiva del bambino. Ognuna di queste componenti, compreso il tema delle allergie, è stata inserita nel manuale, tenendo conto che, ogni due mesi, i bambini compiono grandi cambiamenti”.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore